5 cose importanti da fare se vuoi passare a un’alimentazione sana

0
21

“Basta! Da oggi mi metto a dieta, via tutti i dolci e largo a insalata, vegetali e alimenti naturali e benefici!”.

Questa è una frase che tutti diciamo almeno una volta nella vita, con i migliori propositi, salvo poi scoprire che le cose non sono così facili.

C’è chi passa a una nuova alimentazione per una questione benefica, chi per dimagrire, chi per un motivo etico, ma purtroppo cambiare alimentazione è una cosa molto complessa, perché significa cambiare una delle nostre abitudini più radicate.

Prima di svuotare il frigorifero per poi trovarsi al fast-food ad ingozzarsi una settimana dopo, ecco cinque regole da seguire per passare senza traumi a un’alimentazione migliore.

1. Iniziare gradualmente

La cosa migliore da fare per iniziare è essere graduali. Non sottoponiamo il corpo, e il cervello, a forzature immediate, ma piuttosto iniziamo ad introdurre alimenti nuovi poco alla volta, ma con costanza.

Questo darà modo al corpo di abituarsi al cambiamento, che sarà meno traumatico ma più duratura.

2. Tenere un diario alimentare

Si può fare su carta o con diverse applicazioni per smartphone, ma è importante tenere un diario sia della nostra alimentazione, sia del peso, monitorandolo almeno due volte a settimana.

Questo permetterà dopo le prime settimane (magari in un momento di sconforto) di capire che i progressi, anche se raggiunti un uno o due mesi, ci sono, e sono tangibili; se non scriviamo nulla, tendiamo a non notare i progressi e nemmeno i cambiamenti importanti che abbiamo fatto con gli alimenti.

3. Evitare di acquistare dolciumi o cibi poco sani

Se non sono in casa, non cadremo in tentazione di mangiarli.

Una delle regole più importanti da seguire è cambiare il modo in cui facciamo la spesa, evitando gli acquisti di prodotti che non sono sani (basta leggere le etichette per rendersene conto…) e preferendo quelli che invece sono benefici per la nostra salute.

Comprare prodotti poco sani è la più grande tentazione che possiamo avere, e dovrebbe essere evitata.

4. L’alimentazione non è tutto

L’alimentazione non è tutto, e quando si pensa di passare a un’alimentazione naturale bisognerebbe passare ad una “vita naturale”: pensare ad andare al lavoro a piedi e non in auto, per esempio, o prendersi un po’ di tempo per camminare, è molto utile per migliorare il proprio benessere.

Dall’altro lato, l’alimentazione più sana ci farà sentire meglio, e saremo più stimolati a fare anche attività fisica: alimentazione e attività non vanno viste come cose separate, ma parallele.

5. Cibi poco sani? Meglio pochi che nessuno!

Paradossalmente, quando si ha voglia di cibi poco sani, anche mangiati fuori casa, è meglio togliersi la voglia e mangiarne poco, che non mangiare ma rimanere con la voglia di farlo.

Questo perché, a lungo andare, il desiderio tende a rafforzarsi, e questo potrebbe essere uno degli incipit che ci riporta alla vecchia alimentazione: la voglia di mangiare qualcosa di poco sano possiamo toglierla mangiandone poco, ma mangiandolo; un piccolo “errore” che però ci fa rimanere sulla retta via.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here