Coldiretti, la dieta per combattere l’influenza

0
41
Dieta per combattere l'influenza

È ufficiale, il picco dell’influenza 2018 è in arrivo. Ad oggi sono stati calcolati già 3 milioni di italiani con febbre, tosse e stanchezza fisica, ma esiste un rimedio: una dieta per combattere l’influenza, pubblicata da Coldiretti per contrastare i virus influenzali con i cibi giusti.

Il picco dell’influenza 2018

La Coldiretti ha deciso di diffondere alcuni consigli su una dieta per combattere l’influenza, dopo aver analizzato l’ultimo rapporto epidemiologico di InfluNet ( Rete Italiana sorveglianza influenza) aggiornato alle prime settimane di gennaio.

L’analisi è iniziata a settembre 2017, in cui sono stati registrati i primi 40 casi di influenza in alcune regioni italiane tra cui: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna. La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni e gli over 65.

Come precisa però, Caterina Rizzo, epidemiologa dell’Istituto Superiore di Sanità, il picco massimo deve ancora arrivare: “Ci stiamo avvicinando al picco: nell’ultima settimana di dicembre ci sono stati 11 casi su mille abitanti, già nella settimana scorsa ne abbiamo avuti 13,5. Pensiamo che il picco più alto che si è mai registrato è stato di 15 casi su mille, nella stagione 2004-2005. Quindi siamo già ad un livello alto”.

Leggi anche: La Black List della Coldiretti: non comprate questi prodotti esteri

La dieta per combattere l’influenza

Dieta per combattere l'influenza Definita “Antigelo”, la dieta per combattere l’influenza consiste, in piccoli consigli utili da mettere in pratica per affrontare il male di stagione.

Innanzitutto, bisogna assumere più calorie a partire dalla colazione: latte, marmellata o miele. Per quanto riguarda il pranzo o la cena, è importante portare a tavola alimenti ricchi di vitamine:

  • Verdure di stagione, soprattutto quelle contenenti vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti)
  • Legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche), in quanto, contengono ferro e migliorano le funzionalità intestinali.
  • Frutta, ricca di vitamina C, come kiwi, clementine e arance.

Non devono mai mancare, afferma la Coldiretti, alimenti ricchi di elementi probiotici quali yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l’aglio, che contiene l’allicina, sostanza particolarmente attiva nella prevenzione.

Infine, è importante precisare che in un soggetto normale l’assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8-1,3 grammi per chilo di peso, questo dimostra l’importanza di inserire anche la carne nella nostra dieta.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here