Fallujah, parte l’offensiva anti ISIS per riprendersi la città

Dopo giorni di attesa, infine, le forze irachene sono penetrate a Fallujah, città conquistata da tempo dall’ISIS e diventata la roccaforte dello Stato Islamico.
Conquistata nel 2014, Fallujah è stata la prima città dell’Iraq a finire sotto il dominio del Daesh, ben 6 mesi prima della dichiarazione dell’ISIS sui territori iracheni e siriani.
Le forze irachene avevano nei giorni scorsi avvertito la popolazione di fuggire dalla città, per quanto possibile, o in alternativa di issare bandiere bianche sui tetti delle case per segnalare la loro presenza.

Leggi anche: [wp-rss-aggregator feeds="gossip-largomento-quotidiano"]

Purtroppo però solamente qualche centinaia di famiglie sono riuscite a scappare dalla città. A Fallujah, secondo le prime stime, sono rimasti almeno 50mila civili.
Conoscendo la crudeltà dello Stato Islamico, si teme per la loro vita, e che possano essere usati come scudi umani.
Adesso l’operazione controffensiva per riprendersi la città simbolo dello Stato Islamico è partito.
Un portavoce ha riferito che l’esercito iracheno si è diviso in tre direzioni per penetrare nella città, e che sta incontrando resistenza.

La protezione aera accompagna i soldati nell’attacco, come specificato dal comandante dell’attacco militare, Abdelwahab al-Saadi.
“Le forze irachene sono entrate a Falluja sotto copertura aerea da parte della coalizione internazionale, della forza aerea irachena, dell’aviazione dell’esercito e appoggiate da artiglieria e carri armati” ha sostenuto il comandante dell’operazione. A dar man forte all’esercito anche le forze anti terrorismo (Cts), e degli agenti di polizia. Ma l’ISIS non intende facilitare le cose all’esercito iracheno e, come riferito da al-Saadi, oppone forte resistenza.

Fino a questo momento l’esercito iracheno aveva attaccato gli insediamenti dell’ISIS tutt’attorno alla periferia di Falluja. Le forze dell’Iraq avrebbero scoperto molti tunnel sotterranei scavati dai miliziani dell’ISIS per riuscire a fuggire.
Lo stesso presidente dell’Iraq, Haider al Abadi, aveva annunciato la settimana scorsa che presto sarebbero iniziate le operazioni militari contro l’ISIS per cacciarlo dall’importante città irachena.
Secondo fonti giornalistiche, almeno 20mila uomini avrebbero partecipato all’attacco alla periferia di Fallujah.
Dopo i successi ottenuti dall’esercito iracheno, quella di Fallujah potebbe essere davvero l’ultima battaglia per il territorio dell’Iraq contro le forze dell’ISIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *