Matteo Salvini ha vinto le primarie per le segreteria della Lega Nord con l’82,7% dei voti. Lo sfidante, il ‘bossiano doc’ Gianni Fava, si è fermato al 17,3%. Superata quindi abbondantemente la soglia dell’80% che era stata fissata dal segretario per il successo della consultazione.

Secondo i dati ufficiali e definitivi diffusi dal partito, Salvini ha ottenuto l’87% in Piemonte, l’87% in Friuli, il 76% in Emilia, il 59% in Romagna, l’81% in Trentino, il 69% in Sud Tirolo, il 95% in Umbria, il 100% in Val d’Aosta, il 95% in Liguria, l’83% in Toscana, l’83% nelle Marche, il 78% in Lombardia e il 91% in Veneto.

“Una sola parola: grazie”, è il commento a caldo di Salvini, “abbiamo abbondantemente superato l’80% dei voti! Ora l’obiettivo è mandare a casa Renzi, Alfano, Boschi e Boldrini, bloccare l’invasione clandestina in corso, rilanciare lavoro e speranza in Italia. Se voi siete pronti, io ci sono. Insieme si vince!”.

Bossi: “Con lui il Carroccio è finito”

Un risultato non gradito all’ex leader Umberto Bossi, che non ha apprezzato la deriva sovranista e “nazionale” del Carroccio targato Salvini. “Se vince Salvini e porta la Lega al sud, è finita”, ha dichiarato oggi Bossi, “io sono per continuare l’esperienza del movimento di liberazione del Nord. Salvini è la brutta copia di Renzi”.

Commenti

commenti

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

CAPTCHA *