Stilista milanese trovata impiccata

E’ stata trovata impiccata con una sciarpa ad una albero di via Napoli a Milano, nella prima mattinata di martedì 31 maggio, la giovane stilista milanese Carlotta Benusiglio.

Leggi anche: [wp-rss-aggregator feeds="gossip-largomento-quotidiano"]

Secondo gli inquirenti ed il pm di Milano Antonio Cristallo, , non sono stati riscontrati elementi che potrebbero portare ad un’ipotesi differente da quella dello strangolamento suicidario, almeno secondo una prima indagine, basati su una prima autopsia effettuata nella giornata odierna su ordine del magistrato.

Sul corpo, a giudicare dalla prima autopsia, non sono presenti forme di violenza, mentre si stanno attendendo ancora i risultati di tutte e perizie genetiche e tossicologiche, atte a valutare se la giovane donna abbia o meno assunto sostanze tossiche o medicinali, e se vi siano o meno sul suo corpo tracce ematiche o di materiale organico appartenente ad altre persone.

Di diverso avviso la famiglia della stilista, circa il suo possibile suicidio, non avrebbe mai compiuto un gesto simile, commenta la sorella, e soprattutto non usando un albero della piazza di fronte a casa sua, vista e considerata la sua riservatezza, mentre sarebbe stato più semplice per lei usare il soppalco di casa sua.

Cerca quindi la verità la famiglia della giovane stilista, che non parla però del suo fidanzato, sul quale erano contrari alla loro relazione, per diversi motivi, commenta così la testimonial anti – droga Giorgia Benusiglio, a proposito della sua morte della sorella, trovata impiccata ad un albero martedì mattina.

Fino alle 23 della sera precedente stava bene, dichiara la madre, che avrebbe dovuta incontrarla per il pranzo il giorno del ritrovamento, mi sarei accorta se ci fosse stato qualcosa che non andava, commenta la madre della stilista, distrutta dal dolore, ma intenzionata ad andare fino in fondo alla vicenda.

Era un’artista, aveva tanti progetti ed era appena tornata da Venezia, da una festa di nubilato, dove aveva confezionato per un’amica l’abito da sposa, sottolinea la sorella Giorgia; a giorni inoltre, sarebbe dovuta venire a trovarla un’amica Argentina che non vedeva da tanti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *