3 semplici accorgimenti per un Natale 2018 ecosostenibile

0
43
Natale 2018 ecosostenibile
Booking.com

Natale sta arrivando. Si tratta di una consapevolezza che matura ad ogni nuovo addobbo che compare nelle strade del centro e sui balconi delle case. Non solo. Si capisce anche dalla psicosi collettiva che a partire da novembre porta le persone ad affollare i negozi e svuotare le carte di credito negli e-commerce.

Da anni, infatti, si parla della festa di Natale come una ricorrenza legata più al consumismo che alla religione. Quanto cibo viene sprecato durante i pranzi e i cenoni? Quanti regali inutili, usa e getta, obsolescenti vengono acquistati? Quante decorazioni e imballaggi andranno a colmare i container delle riciclerie?

Di seguito troverai alcuni consigli per ridurre gli sprechi e dare il tuo piccolo contributo alla salvaguardia dell’ambiente.

1. Attenzione al cibo:

Il cenone della Vigilia o il pranzo di Natale sono occasioni uniche per riunirsi con parenti e amici, raccontare vecchie avventure e storielle imbarazzanti, tutti intorno a una tavola imbandita. Purtroppo diventa anche un momento di grande spreco, come evidenziato dall’Osservatorio nazionale sugli sprechi (link interno: articolo Come limitare gli sprechi alimentari a Natale). Calcoliamo bene le dosi a persona e riduciamole un po’, considerando il numero di portate che serviremo in tavola. Prediligiamo prodotti di stagione e a filiera corta perché sono più freschi e per limitare l’impatto ambientale causato da trasporti e imballaggi. Una scelta d’acquisto che potrebbe diventare anche l’occasione di proporre ricette della tradizione del proprio territorio.

2. Occhio alle illuminazioni:

Sono quindici anni che addobbiamo il nostro abete e il balcone con le vecchie luci alogene a forma di campanella? Forse è arrivato il momento di cambiare! Scegliamo delle luminarie a LED, sono a basso consumo e garantiscono una durata superiore rispetto alle omonime a incandescenza. Alternative ecologiche sono anche le luci a tecnologia fotovoltaica, che si ricaricano con l’energia solare, o le eleganti soluzioni in fibra ottica.
Inoltre, siamo proprio sicuri che valga la pena lasciare accese le luci di Natale tutto il giorno tutti i giorni, dall’8 dicembre all’8 gennaio? Solo in casa o durante la notte, il nostro gatto non sentirà meno l’atmosfera natalizia se albero e presepe non saranno illuminati.

3. Regali originali ed eco-friendly

Il regalo perfetto per un parente o un amico amante della natura? Semplice, regaliamo un albero! Possiamo acquistare una piantina aromatica da balcone, da vaso o da trapiantare se il nostro caro ha un giardino ma ci sono anche altre soluzioni originali. Navigando in rete, potrete scoprire dei siti specializzati, come la piattaforma Treedom (link interno: articolo su Treedom), grazie alla quale puoi scegliere di piantare un particolare tipo di albero a distanza e rimanere aggiornato sul suo ciclo vitale. Altri pensieri che strizzano l’occhio all’ecologia sono le candele profumate naturali, prive di sostanze tossiche quali formaldeide e benzene, e i giochi in legno certificati sicuri ed ecologici per i più piccoli.

Si tratta di piccoli gesti che, in apparenza, possono sembrare sciocchezze ma sommati possono portare a importanti risultati. Per Natale regaliamo un’attenzione in più all’ambiente, le generazioni future ci saranno grati.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.