Accoltella la ex ed un amico, poi si lancia nel vuoto: morto un 21enne

0
692
Booking.com

Un raptus di gelosia, la porta che viene sfondata ed il coltello che ferisce prima l’ex fidanzata e poi il suo amico. La colluttazione, poi il salto nel vuoto. Una tragedia che si è consumata nel giro di pochi minuti e che ha visto la morte di un 22enne di Senigallia. Gli inquirenti ora dovranno far piena luce sulla vicenda, anche se sembra chiaro che a scatenare il gesto del giovane sia stata la gelosia, che lo ha accecato fino a farlo uccidere.

Siamo in un appartamento di via Podesti, ore 22.30. All’interno un suo amico e l’ex fidanzata. Il 22enne arriva in preda alla rabbia, sfonda la porta e tira fuori un coltello. Non sa che i due sono solo amici e che fra di loro non c’è mai stata una relazione. Poi i fendenti, almeno quattro, che colpiscono tre volte l’ex ragazza all’orecchio ed una il torace del suo amico, perforandogli un polmone.

A quel punto nasce una breve collutazione tra i due giovani, con il ferito che nonostante il dolore cerca con tutte le forze di difendersi. Il parapiglia durerà ancora per poco. Accecato sempre di più da rabbia e gelosia il 22enne decide di farla finita, raggiungendo il balcone e lanciandosi nel vuoto.

L’autopsia sul suo corpo verrà istituita nelle prossime ore. Una procedura dovuta, nonostante gli inquirenti siano sicuri che si tratti di un suicidio. A confermarlo anche i tanti testimoni oculari che hanno prima sentito le urla e poi visto il giovane lanciarsi dall’appartamento. I due feriti invece sono ricoverati in ospedale: la donna con ferite guaribili in 10 giorni, mentre il ragazzo è in prognosi riservata. Per i medici però non sarebbe in pericolo di vita.

 

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.