Ammazza il papà violento, il procuratore a Chi l’ha Visto: «Deborah non doveva andare in carcere, non abbiamo fatto abbastanza»

0
124
Booking.com

Una vicenda che continua a far parlare di se’. «Questa ragazza non può andare in carcere, mi ha riferito il pm che ha interrogato Deborah Sciacquatori»: sono state le parole del procuratore di Tivoli, Francesco Menditto, intervistato recentemente alla trasmissione Chi l’ha Visto? sul caso della giovane che ha ammazzato di recente il padre violento a Monterotondo. La 19enne è stata ufficialmente rimessa in libertà e le forze dell’ordine hanno voluto spiegare il perché di questa scelta.

Durante la giornata di domenica scorsa la ragazza ha colpito a morte il padre che da tempo vessava la famiglia con aggressioni e violenze fisiche. L’accusa nei suoi confronti è stata derubricata da omicidio volontario in eccesso colposo di legittima difesa. L’uomo era stato denunciato per maltrattamenti, ma tutto questo non era bastato a bloccare l’inferno che si passava in famiglia fatto di minacce ogni giorno, insulti, botte e violente, complice in particolar modo l’alcol di troppo. Tutti erano a conoscenza, ma nessuno era mai intervenuto per cercare di risolvere la situazione che ormai era diventata critica. Voleva solamente difendere lei stessa e la povera mamma.

«Io come procuratore – prosegue il procuratore Menditto – mi rammarico di non aver fatto abbastanza. Le istituzioni devono dare fiducia perché le donne hanno paura di denunciare. Se si sente litigare bisogna intervenire. Un terzo delle donne subisce violenza».

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.