Aprire un’impresa di pulizie: quali sono modalità e costi

Un’impresa di pulizie è una ditta che svolge un ruolo fondamentale per l’igiene, poiché consente di sanificare locali ed eliminare germi, batteri e virus, rendendo l’ambiente sano e pulito. Tuttavia, aprire un’impresa in questo settore è operazione lunga e complessa che richiede una serie di passaggi. Non sono necessari particolari requisiti per avviare l’attività, ma piuttosto una serie documenti e modelli.

Business Plan

Prima di iniziare le operazioni di apertura dell’impresa, è fondamentale innanzitutto elaborare un business plan, ovvero una pianificazione accurata che tenga conto di tutti i costi che si andranno ad affrontare e delle modalità di organizzazione del lavoro. Sviluppare un business plan può sembrare semplice ma non lo è. In questo caso può essere molto utile farsi affiancare da un consulente finanziario, in maniera tale da semplificare l’operazione. Nell’elaborazione del piano è opportuno valutare attentamente le modalità di produzione, nonché gli strumenti necessari, i mezzi di trasporto da utilizzare e, ovviamente, il numero di dipendenti da assumere. In questa fase è necessario altresì analizzare approssimativamente i prezzi da applicare. Naturalmente, i costi dipenderanno anche molto dal luogo in cui si sceglie di praticare la propria attività; ad esempio, un’impresa di pulizie a Milano avrà costi differenti rispetto ad una localizzata in provincia.

Apertura della Partita IVA e SCIA

Il primo passo per aprire un’impresa di pulizie è l’apertura della partita IVA. Oggi la procedura avviene telematicamente attraverso la Comunicazione Unica. Essa consiste in una pratica informatica nella quale devono essere immessi una serie di dati e modelli.

Il codice ATECO per l’apertura della partita IVA relativa ad un’impresa di pulizie è 81.21.00. Inoltre l’attività può essere avviata con la forma della ditta individuale. In questo caso il regime fiscale da applicare è quello forfettario, il quale comporta una serie di vantaggi, come ad esempio l’esenzione dell’Iva. Tuttavia, è possibile accedere a tale regime solo se il reddito imponibile non supera i 65.000 euro. Dopo l’apertura della partita IVA è necessario effettuare l’iscrizione al registro delle imprese, nel quale sono indicati una serie di informazioni dell’attività come ad esempio la denominazione e la sede legale. Infine bisognerà iscriversi all’INPS e all’INAIL. Anche in questa fase è fondamentale farsi seguire da un commercialista, in maniera tale da evitare errori che possono rallentare l’apertura dell’attività.

Un ultimo adempimento burocratico consiste nella presentazione della Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), da effettuare esclusivamente online.

Costi dell’apertura di un’impresa di pulizie

Oltre a conoscere la modalità con la quale aprire un’impresa nel settore delle pulizie, è opportuno anche conoscere, in maniera preliminare, quali sono i costi da sostenere. Ovviamente il tutto dipenderà anche e soprattutto dalle dimensioni dell’impresa. Se infatti per un’attività piccola, formata da non più di 4 persone, il costo iniziale può aggirarsi intorno ai 5.000 euro, per società più grandi tale cifra può arrivare a superare anche i 20.000 euro. In entrambi i casi vanno aggiunti una serie di costi relativi ai macchinari e ai prodotti da utilizzare. Ulteriori costi derivano poi dal diritto camerale, spesa che può variare tra 88 euro e 106 euro, e la cosiddetta tassa di concessione governativa (168 euro). A tutto ciò vanno si sommano anche le spese per i commercialisti e consulenti.

Anche se non è necessario avere un locale nel caso di un’impresa di pulizie, può essere utile affittare una stanza nella quale riporre tutto il materiale da lavoro. I costi per l’affitto di una location dipendono chiaramente anche dal luogo dove si sceglie di posizionarla. Bisogna poi mettere in conto anche i costi per i dipendenti. Con una paga di circa 15 euro all’ora, le spese annuali per lavoratore si aggirano intorno ai 24.000 euro. Infine bisogna prendere in considerazione anche i costi relativi al marketing. Una efficace campagna pubblicitaria nel periodo iniziale può rivelarsi fondamentale per avviare il business. In questo caso, possono essere molto utili i social network, che, tra le altre cose, hanno anche funzioni di marketing specifiche per le imprese.

Milano
poche nuvole
22.9 ° C
23.9 °
19.5 °
70 %
2.1kmh
20 %
Sab
23 °
Dom
21 °
Lun
21 °
Mar
22 °
Mer
22 °

Potrebbe interessarti: