Arbaspàa: il tour operator festeggia 20 anni di attività

Arbaspàa è il tour operator, nato nel 2001 e che ha sede a Manarola, all’interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre in Liguria. Arbaspàa e unico nel suo genere in quanto gestisce appartamenti ad uso turistico ed è da sempre impegnato in prima linea in quanto le sue attività coinvolgono vignaioli, barcaioli e fornitori prevalentemente locali. L’obiettivo, infatti, è quello di creare appositi tour ed esperienze che si fondano sulla tutela dell’ambiente, la conoscenza del territorio e l’autenticità di sapori e prodotti tipici.

Arbaspàa festeggia 20 anni

Nella promozione delle sue attività Arbaspàa si avvale del contributo della Fondazione Manarola Cinqueterre, nata nel 2014, proprio tre anni dopo l’alluvione che ha colpito Monterosso e Varnazza. Il 2021 è un anno decisamente particolare in quanto Abarspàa si appresta a celebrare i primi 20 anni di attività e si propone di farlo in un modo del tutto particolare. Le conseguenze di quanto vissuto nell’ultimo anno sono ancora forti e il settore turistico è tra quelli più colpiti dalla pandemia nonchè dalle restrizioni messe in atto per tentare di arginare l’emergenza sanitaria. E’ per questo motivo che Arbaspàa, in occasione dei vent’anni di attività, ha ben pensato di sostenere un’attività interamente locale. Ecco di cosa si tratta.

Arabspàa e l’iniziativa per il ventennale

Per festeggiare i primi vent’anni di attività l’azienda di tour operator ha dato il via ad un’iniziativa di raccolta di fondi per il territorio partendo proprio dal concetto di “RICOSTRUIRE” in modo proficuo dopo il difficile periodo trascorso a causa della pandemia, ma non solo. Negli ultimi decenni, infatti, il territorio delle Cinque Terre ha subìto un progressivo abbandono che ha causato la distruzione di appezzamenti di terreni, delle coltivazioni di viti che ha dato il via anche una progressiva erosione del terreno. Per questo motivo la Fondazione Manaraola Cinqueterre è impegnata in prima linea nel recupero dei terreni abbondanti, stipula appositi contratti con i proprietari e successivamente pulisce e ricostruisce i muri a secco crollati o stabilizza quelli presenti e ripristina i canali di scolo. In seguito a questi interventi il terreno viene affidato ad aziende agricole locali per il mantenimento con obbligo di conduzione ventennale. I cosiddetti muri a secco sono una caratteristica del luogo e rendono unico anche l’intero ecosistema che in questo modo può essere sostenuto in modo adeguato e preservato da eventi quali frane e smottamenti.

La raccolta fondi

Per tutti questi motivi si è deciso di festeggiare l’importante ricorrenza con una raccolta fondi, il cui ricavato sarà interamente devoluto al sostegno del lavoro della stessa Fondazione. La scadenza dell’iniziativa e fissata per il 31 luglio 2021 e alla raccolta fondi per il territorio seguirà anche l’estrazione di un premio finale. Tra coloro che avranno fatto una donazione, verranno estratti in diretta sulla pagina Facebook @Arbaspàà 10 vincitori che avranno così la possibilità di ricevere in regalo una copia del libro fotografico dal titolo “Cinque Terre, Vigneti con vista mare”, di C. Unger. Il libro è dedicato proprio ai vignaioli locali e si parla anche del lavoro della fondazione.

Milano
cielo sereno
24.8 ° C
27.2 °
21.7 °
76 %
0.5kmh
0 %
Ven
31 °
Sab
32 °
Dom
31 °
Lun
31 °
Mar
22 °

Potrebbe interessarti: