Avvistato un Ufo vicino Imperia

0
445

Un Ufo sui cieli dell’Imperiese è stato fotografato, per puro caso, con uno smartphone, da un appartenente alle forze dell’ordine, che ha contattato l’Associazione Ricerca Italiana Aliena (Aria), di Savona, la quale, al termine di una lunga serie di accertamenti, anche con l’ausilio di esperti, ha inserito il caso nel novero degli oggetti non identificati. L’avvistamento è avvenuto, il 12 gennaio scorso, nell’entroterra di Pigna, un piccolo centro montano della val Nervia, in provincia di Imperia, poco distante in linea d’aria dal confine con la Francia. “Mi ero recato assieme al mio pastore tedesco nei pressi del passo di Gouta, a 1.213 metri di altezza sul livello del mare, nelle Alpi Marittime – racconta il testimone -. Tra le 12.30 e le 12.45, poco lontano dalla cima, mi sono fermato in una curva per fotografare il Monte Toraggio. Scatto una foto dall’interno della mia auto.”

L’immagine ritrae il Toraggio, la neve, le rocce e le conifere. Fin qui tutto bene. La sera, al momento di rivedere le foto scattate durante la gita, in una delle immagini nota qualcosa di misterioso:  “Poco più in alto della cima, a sinistra, è presente uno strano oggetto – prosegue l’appartenente alle forze dell’ordine -. Ho guardato varie volte la foto e devo dire che non mi sembrava una nuvoletta, né un riflesso. L’oggetto sembra avere delle forme geometriche e dei fori. Escluderei pure che si trattasse di qualche drone – prosegue -. È una zona troppo impervia e fredda, perchè potesse trovarsi qualcuno a quell’ora”. Ma dall’associazione che si occupa di ufologia cosa ne pensano? “La professione svolta dal testimone pone quest’ultimo come testimone affidabile e accreditato – spiega Angelo Maggioni di Aria -. Dunque, non abbiamo motivo di dubitare del racconto esposto. L’onestà nel precisare che la foto è stata scattata all’interno dell’auto e che il parabrezza fosse pulito centralmente ci fa fidare della sua parola, considerando che ai margini il vetro comunque risulta sporco, nel lato in basso a destra.”

abbigliamento di marca

Prosegue Maggioni: “Innanzitutto abbiamo chiesto il parere di un fotografo, per capire in che modo un eventuale riflesso avesse potuto interferire con lo scatto, considerando che la vettura si trovava completamente all’ombra, protetta dai raggi solari o da fonti luminose dirette. Secondo gli esperti, dunque, un riflesso interno sarebbe stato più completo. L’oggetto, inoltre, non sembra compatibile con forme di volatili, palloni, pianeti o aerei di linea”. Conclude Maggioni: “Il caso è interessante e complesso e, dunque, al momento possiamo collocarlo come oggetto volante non identificato.”

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.