Calcolo data parto: dal concepimento, in base alla luna, tabella

Calcolo delle settimane di gravidanza: come arrivare alla data presunta parto

Prima di iniziare con il calcolo grazie al quale si potrà arrivare ad una sorta di “calendario gravidanza” è importante fare alcune precisazioni. Contrariamente a quanto il calcolo gravidanza copre un periodo non di 9 mesi “da calendario”, ma si riferisce ai 10 mesi lunari, ossia alle 40 settimane dall’ inizio dell’ ultima mestruazione. Bisogna dire inoltre che una gravidanza può concludersi anche 3 settimane prima o 2 dopo la data in questione. Questo calcolo inoltre è importante per conoscere con esattezza in che periodo della gravidanza ci troviamo per arrivare ad una data presunta del parto. Quindi, ricapitolando, il conteggio si fa partire dal primo giorno delle ultime mestruazioni anche perchè generalmente il concepimento avviene nel periodo fertile durante i giorni dell’ ovulazione, in quanto la data del concepimento è sempre difficile da calcolare.

Strumenti a nostra disposizione

Abbiamo vari strumenti in commercio grazie ai quali possiamo calcolare con precisione le settimane di garvidanza. Tra questi ricordiamo il “regolo ostetrico”. Quest’ ultimo, chiamato anche “ruzzola o “rotella”, è usato dalle ostetriche e dal personale sanitario per il calcolo della dta del pèarto e per stabilire cin esattezza i tempi effettivi della gravidanza per un eventuale prenotazione di ecografie e d esami ematici. Il regolo ostertrico si compone di due dischi. Un primo disco sterno è composto da tutti i giorni dell’ anno, mentre un secondo disco interno riporta le settimane di gravidanza. Il disco interno risulta particolarmente interessante per il suo riferimento ad eventuali movimenti fetali e alla loro percezione e per l’ indicazione precisa di eventuali esami da effettuare in quanto previsti nella gravidanza. Quindi, usando il regolo, è possibile procedere al calcolo delle settimane di gravidanza ed azzardare una data del concepimento a partire dall’ ultima mestruazione sino ad arrivare alla data presunta del parto. Ricordiamo tra gli strumenti più importanti le ecografie, fondamentali per effettuare un eventuale parto cesareo programmato e le analisi Beta Hcg, che si possono fare anche dopo una settimana dal rapporto sessuale. I medici però consigliano di aspettare un ritardo del ciclo di almeno 10-12 giorni per effettuare questi test, affinchè la loro attendibiltà sia piuttosto alta.

Calcolo per conoscere il sesso del nascituro

E’ normale che in questo contesto la curiosità riguardo il sesso del nascituro gioca un ruolo fondamentale nel momento in cui sia ha con certezza il risultato positivo dei vari test di gravidanza. Il sesso del bambino , è bene ricordarlo, non si potrà comunque conoscere prima delle 22 settimane canoniche, quando potrà essere effettuata una ecografia morfologica o nel momento in cui i futiuri genitori decideranno di fare l’ esame dell’ amniocentesi. In quest’ ultimpo caso il risultato sarà attendibile al 100%.

Quanto dura la gravidanza

Una gravidanza regolare dura in media circa 40 settimane in quanto i ginecologi partono dalla data dell’ ultima mestruaziione per stabilirne la gestazione. Abbiamo visto come il concepimento con la sua relativa data è molto difficile da calcore, anche se generalmente lo si fa coincidere intorno al quattordicesimo giorno dopo le mestruazioni, quando si verifica l’ ovulazione. Dunque possiamo dire con certezza che la data presunta del parto avviene dopo 40 settimane , ossia 280 giorni dopo la data dell’ ultima mestruazione.

 

Milano
cielo sereno
19.4 ° C
20.9 °
16.6 °
62 %
1.5kmh
0 %
Ven
18 °
Sab
18 °
Dom
17 °
Lun
16 °
Mar
16 °

Potrebbe interessarti: