Il tuo cane zoppica? Ecco le possibili cause

0
297
cane zoppica possibili cause
Booking.com

Se il tuo cane zoppica, solo il medico veterinario è in grado di risolvere la situazione e, a volte non senza indagini anche complicate.
In questo articolo provo a riassumerti quali devono essere le cose che devi notare maggiormente e come ci si dovrebbe muovere in caso di zoppia del cane.

La difficoltà di arrivare a capire quali potrebbero essere le reali cause di una zoppia sono diverse.
Non ultime il temperamento del cane.

Esistono, infatti, soggetti particolarmente stoici i quali, una volta tolti dal loro ambiente familiare, non mostrano alcun sintomo andando dritti come dei fusi (a meno di lesioni davvero importanti) tipica situazione che si presenta presso il veterinario dal quale l’animale, mai e poi mai mostrerà segni di debolezza alcuna, smettendo, come per magia, di camminare storto.

Ecco perché dovrai esser tu a raccontare in modo corretto l’andatura che a te e solo a te, mostra il tuo cane.

In questo modo saprai aiutare il medico a capire meglio e prima le giuste mosse da effettuare per arrivare a capire qualcosa.

Zoppia nel cane

Che sia anteriore o posteriore, la prima cosa da valutare è il tipo di insorgenza.
La situazione, infatti è profondamente diversa se la zoppia insorge in modo improvviso e continuo, oppure se è presente solo ogni tanto, senza apparente dolore o, ancora, mostra dolore solo in alcune situazioni come, ad esempio a freddo, o quando si alza ecc.

Vediamo di analizzare le situazioni più frequenti.

Zoppia improvvisa o dopo una botta: il cane tiene la zampa alzata.

Se il tuo cane sta facendo una qualunque attività e, di colpo, inizia a cainare e zoppica vistosamente, con tutta probabilità è stato soggetto ad infortunio.
Non escludere mai anche la possibilità di un corpo estraneo infilato da qualche parte, soprattutto se il cane stava correndo nelle sterpaglie.

Un salto con atterraggio maldestro, una buca nel terreno, una curva troppo stretta, ma anche una contusione, uno scontro contro qualcosa, sono tutte condizioni che potrebbero creare un trauma di diversa gravità e provocare zoppia acuta.

Questa può presentarsi con la totale assenza di appoggio della zampa (il cane cammina su tre arti) oppure con una forte zoppia e appoggio lieve.

Il cane può lamentarsi e mostrare dolore più o meno intensamente.

Le cause di questo atteggiamento potrebbero essere moltissime:

  • lesione a livello dei tessuti molli (tendini, legamenti o muscoli) come strappi, rotture o anche semplici distorsioni
  • lesioni più gravi ai tessuti duri come fratture ossee.

In questa situazione è sempre bene recarsi immediatamente dal medico veterinario che presterà le prime cure dopo accertamenti diagnostici atti a rilevare la localizzazione del danno.

Questa condizione è, di solito la più semplice da diagnosticare perché il cane mostra sempre dolore consentendo al medico di individuarne la regione interessata in modo piuttosto preciso.

Una precisazione è d’obbligo.
Spesso, i proprietari, in caso di zoppia non si rivolgono immediatamente al medico, ma cercano di fare una terapia in autonomia, attendendo gli eventi.

Ad esempio, è capitato di proprietari che, vedendo una zecca sulla zampa di un cane che zoppicava in modo acuto ed evidente, pensassero che fosse stato il parassita la causa, attendendo per due settimane prima di portarlo in visita.

In caso di zoppia acuta è fondamentale non attendere, somministrando farmaci antinfiammatori ad uso umano, potenzialmente dannosi e tossici per i nostri cani.
In questo caso si rischia di provocare effetti collaterali gravi.
Inoltre una lesione acuta può, se non trattata in modo adeguato immediatamente (anche con eventuali bendaggi o fissatori) diventare cronica.

Questi infortuni, di solito hanno bisogno di una corretta gestione anche fisioterapica, con:

  • assenza di lavoro intenso fino a completa guarigione
  • ripresa dell’attività graduale
  • controlli per la valutazione della guarigione.

Queste situazioni non possono essere valutate in autonomia ma solo con l’ausilio di professionisti che possano effettuare un percorso riabilitativo corretto.

Zoppia dopo una lunga passeggiata

Se il cane, al rientro da una lunga camminata zoppica, deve essere controllato soprattutto alle estremità.

I piedi e cuscinetti plantari devono essere osservati con attenzione, che non si siano lesionati per un taglio, ma anche a causa dell’asfalto caldo o per un corpo estraneo.

Controllate anche le unghie, che siano tutte integre e che non abbiano rotture, sperone compreso.
Controllate, palpando le 4 zampe se non presentano lesioni, bozzi o corpi estranei, risalendo lungo tutto l’arto.

cane cammina sull'asfalto

In caso non si trovi nulla è bene recarsi dal medico che valuti la possibile causa, che potrebbe essere una di quelle elencate più sopra, oppure il riacutizzarsi di situazione cronica meno evidente in altre situazioni.

Zoppia delle zampe anteriori.

Se un cane zoppica su una zampa anteriore, le cause potrebbero essere molte e differenti, sia in base all’età che in base alla taglia del soggetto colpito.
Le forme più frequenti nelle razze piccole e nei cani giovani sono:

  • fratture
  • discopatie
  • lesioni traumatiche.

Nei cani di età media e avanzata sempre di razze piccole:

  • lesioni traumatiche
  • lesioni spinali.

Per cani giovani di taglia media e grande le cause più frequenti sono diverse forme traumatiche e congenite, tra cui troviamo:

  • frammentazione sesamoidea
  • iperestensione del carpo
  • deformazione della crescita dell’avambraccio
  • displasia del gomito
  • osteocondrosi della spalla
  • panosteite
  • altre lesioni trumatiche

Tra le cause meno frequenti troviamo le contratture, l’osteodistrofia ipertrofica e lussazione traumatica del gomito.

Se il cane è adulto/anziano le cause più frequenti sono:

  • frammentazione del sesamoide
  • osteoartrite traumatica (del carpo)
  • osteoartrosi del gomito
  • neoplasie ossee
  • mineralizzazione del sovraspinato
  • patologia spinale
  • poliartrite
  • altre lesioni traumatiche.

Ognuna di questa patologie ha tempi di insorgenza differenti e devono essere valutate attraverso la raccolta delle informazioni che tu proprietario devi essere in grado di fornire, in modo dettagliato al tuo medico (anamnesi).

In particolare dovrai essere in grado di descrivere come e quando si manifesta la zoppia.
Ad esempio:

  • zoppica sempre dallo stesso lato
  • zoppica o ha dolore quando si alza
  • dolore se si sdraia
  • zoppia e dolore solo a freddo
  • zoppia e dolore solo a caldo

La visita ortopedica poi, metterà in evidenza punti di dolore, debolezza e ridotto trofismo muscolare, in particolari condizione che consentiranno al professionista di richiedere ulteriori indagini (ecografia, rx o altro, come la Tac o la risonanza) in grado di dare certezza diagnostica.

Zoppia delle zampe posteriori

Anche le cause di zoppia delle zampe posteriori variano in base alla taglia ed età del cane.

Nei cani di piccola taglia giovani, le cause più frequenti sono:

Più raramente si riscontrano osteoartriti immunomediate.

Nei cani di piccola taglia in età adulta/avanzata le case più frequenti possono essere:

Nei cani di grossa taglia in età giovanile si riscontra con maggior frequenza zoppie dovute a:

  • lussazione dell’anca
  • displasia dell’anca
  • rottura del legamento crociato
  • panosteite
  • altre lesioni traumatiche

Se il cane è di grossa taglia ma adulto, le cause più frequentemente riscontrate sono:

  • lesione del tendine d’Achille
  • lesione/rottura del legamento crociato
  • lussazione dell’anca
  • neoplasia ossea
  • patologia spinale
  • poliartrite idiopatica.

Anche in questi casi sarà fondamentale la tua capacità di osservazione per poter raccontare nel modo più dettagliato e obiettivo possibile il tipo di zoppia presente.

Cosa annotare in caso di zoppia del cane.

Qualora non sia una forma acuta, per cui eclatante (in questo caso ti ho già consigliato di portare il tuo animale il più velocemente possibile dal medico) ecco le cose a cui devi fare caso e raccontare al tuo medico.

Quando si presenta la zoppia?

  • solo al risveglio
  • solo dopo il movimento intenso
  • già dopo poco movimento
  • volte si a volte no

Quanto è evidente la zoppia?

  • non appoggia mai l’arto
  • appoggia solo occasionalmente
  • appoggia quasi sempre
  • appoggia sempre
  • solo al passo
  • solo al trotto

Come capire che il cane zoppica?

Ti sembrerà strano ma molti proprietari di cani non si rendono conto che il cane non sta camminando nel modo corretto.

zoppia nel cane osserva andatura di fianco

Ecco dunque una serie di indicazioni che dovrebbero farti comprendere quando il cane non sta camminando in modo giusto e che, quindi, sta zoppicando.

Un cane che cammina o trotta in modo corretto, effettua passi che hanno la stessa ampiezza sia a destra che a sinistra.

Se osservi l’andatura del tuo peloso di lato, i passi dovranno avere sempre la stessa lunghezza.

Osservando il tuo cane camminare di fronte o da dietro, le zampe non dovranno effettuare rotazioni o scatti, ma il movimento deve essere fluido e dritto sulla verticale in tutte le articolazioni.

Anche la testa è un parametro di osservazione importantissimo.

Questo perché, in caso di zoppia degli arti anteriori, per compensare il dolore, il cane tende a sollevare la testa quando appoggia la zampa dolente.

Quindi, se il tuo cane cammina con passi apparentemente normali, ma ad ogni passo da un lato, alza più o meno vistosamente la testa, è bene fare attenzione perché potrebbe essere segno di disturbo ad un arto.

zoppia nel cane osserva andatura da davanti

Un altro segno tipico di zoppia agli arti posteriori è il mancato appoggio (solo di rado) della zampa posteriore. Senza alcun dolore, il cane cammina tenendo, per pochi secondi, la zampina posteriore sollevata, per poi tornare a camminare normalmente.

Questo può essere sia solo da un lato che da entrambi i lati indistintamente.

Tipico delle razze di piccola e piccolissima taglia, viene spesso interpretato come normale dai molti proprietari che, invece, sono ignari testimoni della manifestazione di una patologia assai comune in questa fascia di razza: la lussazione della rotula.

Ovviamente il fatto che sia molto diffusa rende l’andatura molto comune in questi soggetti, ma questo non significa che sia da interpretare come normale.

La patologia è trasmissibile geneticamente e, se trascurata, può portare a dolore tanto invalidante da non consentire una buona qualità di vita, soprattutto nell’animale adulto/anziano.

Bene per oggi è tutto.

Se vuoi maggiori informazioni seguimi sei miei canali social Facebook e LinkedIn.

Fonte Immagini Paolo Torchio Fotography

Bibliografia:

Veterinaria, Anno 12, n. 6, Dicembre 1998. L’esame clinico del cane con zoppia. PETER MUIR, BVSc, M Vet Clin Stud, PhD, MACVSc, MRCVS. University of London

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.