C’è ancora un italiano positivo al Coronavirus

0
75
C’è anche un italiano positivo al Coronavirus

Sulla Diamond Princess

Il secondo cittadino italiano infettato dal Coronavirus si trova a bordo della Diamond Princess, la nave da crociera dove molte persone son rimaste contagiate dal virus, ed ora isolata nelle acque del Giappone ed in quarantena.

Preoccupa anche il fatto che ci sia stato un vero e proprio buco nei controlli, più di 1000 persone sono state fatte scendere dalla nave senza fare controlli se non un test della temperatura. Peccato che qualche giorno dopo uno dei turisti americani che si trovava sulla nave sia stato trovato positivo al virus. Evidentemente era asintomatico al momento della partenza. Ora bisogna rintracciare tutte le persone che sono scese dalla nave e che non hanno fatto i dovuti controlli.

loading...

Morto primario ospedale Wuhan

Una morte preoccupa molto, intanto: quella del primario dell’ospedale di Wuhan. Liu Zhiming, a capo di un reparto del Wuchang Hospital di Wuhan, la città epicentro dell’epidemia, è morto a 51 anni. Giorni prima era morto anche un infermiere. Una settimana prima era morto Li Wen Liang, medico cinese che fra i primi aveva lanciato l’allarme sul virus ed aveva scritto anche una lettera di addio: “Arrivederci, miei cari. Addio, Wuhan, mia città natale. Spero che, dopo il disastro, ti ricorderai che qualcuno ha provato a farti sapere la verità il prima possibile. Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. Ora c’ è in serbo per me la corona di giustizia del Signore” conclude citando San Paolo.

Sulla prevenzione della malattia, il governo cinese comunica che discuterà “una bozza di decisione sul bando del commercio illegale di animali selvatici e l’eliminazione delle cattive abitudini di mangiare animali selvatici a tutela della salute e della sicurezza della vita delle persone”

Commenti

commenti

loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.