Cercare lavoro: no ai centri d’impiego, gli italiani puntano alla raccomandazione

 

Cercare un lavoro è una delle maggiori preoccupazioni degli italiani. In un periodo di crisi economici accentuata, che non accenna a diminuire, il ruolo dei centri dell’impiego potrebbe sembrare davvero fondamentale per aiutare l’incontro fra la domanda e l’offerta nell’ambito della ricerca del lavoro.

E invece non è proprio così: per cercare lavoro gli italiani si affidano maggiormente alle raccomandazioni e alle conoscenze personali, piuttosto che ai centri specializzato. A consegnare i dati è l’Eurostat, che nel 2015 ha calcolato che solamente un italiano su 4 (il 25,9%) si è rivolto ai centri dell’impiego per cercare lavoro: il resto ha preferito invece cercare un’occupazione basandosi su metodi meno convenzionali come simpatie, amicizie e conoscenze varie. Almeno 8 persone in cerca di lavoro su 10 si sono rivolti a parenti ed amici per ottenere un posto, al contrario invece di quanto avviene in Germania, dove l’84,3% della popolazione si rivolge ai centri per l’impiego prima di cercare lavoro e solo il restante a conoscenti.

Le stime rivelano quindi una bassa fiducia, da parte degli italiani, nei confronti dei centri per l’impiego in generale.

Forse perché, dati alla mano, quando si cerca lavoro solamente il 3,1% di coloro che si sono rivolti a centri specializzati effettivamente ha trovato un’occupazione (in Germania, invece, almeno il 10,5%).

I sindacati hanno le idee ben chiare sul perché nel nostro paese i centri per il lavoro non siano un punto di riferimento per i disoccupati: questo sarebbe dovuto alle scarse risorse dedicate dalla macchina statale ai centri per l’impiego, carenza che va a pesare direttamente sui soggetti che ricercano un’occupazione. Basti pensare che in Italia solamente 9mila persone lavorano nei centri d’impiego, un capitale umano abbastanza esiguo, se confrontato con i 115mila della Germania.

Se si pensa inoltre che molte persone disoccupate non possono contare sull’aiuto di altre persone che siano nella loro rete di conoscenze, ci si rende conto del ruolo fondamentale che i centri d’impiego dovrebbero avere nella ricerca di lavoro.

Ed invece, ancora una volta, a pagare lo scotto della scarsità di finanziamenti e di sostegno a delle realtà così importanti sono proprio gli utenti dei centri d’impiego, vale a dire le persone che sono alla ricerca di lavoro.

Un circolo vizioso che incoraggia la sfiducia degli italiani nei confronti di queste realtà.

Milano
cielo sereno
28.2 ° C
30.3 °
25.1 °
57 %
1.3kmh
0 %
Sab
34 °
Dom
32 °
Lun
29 °
Mar
26 °
Mer
30 °

Potrebbe interessarti: