Come coltivare i pomodori in vaso? Tutti i segreti

Sono sempre in aumento le persone che decidono di iniziare a coltivare frutta e verdura sui propri balconi o sui terrazzi delle proprie abitazioni. Motivo per cui in molti si chiedono come coltivare i pomodori in vaso e come farlo avendo un buon risultato.

In questo articolo troverai le indicazioni necessarie per poter iniziar a coltivare, da subito, pomodori in quelli che sono gli spazi esterni della tua abitazione e avere, finalmente, a disposizione questo ortaggio comodamente a casa tua.

Come coltivare i pomodori in vaso

La posizione

Il pomodoro è una pianta che necessita di sole in abbondanza. La prima parte dello sviluppo può essere effettuata ancor quando il clima è comunque fresco e umido, ma è sempre necessaria una grande esposizione al sole per evitare che marcisca e muoia.

L’ideale è che il luogo che accoglierà i nostri pomodori (veranda, balcone, terrazzo o cortile) sia ben illuminato e con un’esposizione, di preferenza, verso sud-est o sud-ovest. Nel caso in cui l’esposizione sia a nord non vuol dire che dovremo fare a meno della nostra coltivazione di pomodori, ma dovremo aspettarci una crescita a rilento e una minor produttività.

Se si abita in città è importante tener conto anche dell’eventuale ombra rappresentata da palazzi limitrofi e alberi posti nelle vicinanze dell’abitazione che potrebbero aggravare l’esposizione della nostra coltivazione di pomodori.

La scelta del vaso

I contenitori che andranno ad accogliere la nostra coltivazione di pomodori possono avere diversi tipi di forma e di materiali, ma la cosa che fa davvero la differenza è la loro grandezza. Le radici dei pomodori, infatti, necessitano di uno spazio notevole per potersi sviluppare e quindi, di conseguenza, i contenitori devono essere delle misure adeguate tenendo conto che una pianta di pomodori può arrivare ad un’altezza di circa due metri. 

In caso volessimo acquistare dei vasi rotondi devono avere un diametro di almeno 30 cm, ma la stessa cosa vale per i vasi di forma quadrata. Ovviamente si possono prendere in considerazione alternative fai da te come cassette di legno, ma dobbiamo verificare che siano resistenti e fonde.

Il terreno

Per la coltivazione dei pomodori in vaso non è sufficiente, purtroppo, il terriccio universale dato che queste piante necessitano di un buon apporto di sostanze nutritive. Quello che è consigliato fare è mischiare il terriccio a del terreno di campagna, dato che al suo interno sono presenti tutte quelle sostanze minerarie che contribuiscono al nutrimento della pianta. Indispensabile anche l’aggiunta di compost maturo e manciate di stallatico pellettato.

L’irrigazione

Per quello che riguarda l’irrigazione dei nostri pomodori in vaso dovremo seguire qualche accortezza in più rispetto alla coltivazione nel classico orto o giardino.

Per prima cosa è necessarie garantire la giusta umidità alla base delle piante e non alla parte superiore, in questo caso si eviterà la formazione e la proliferazione di alcune patologie che colpiscono spesso i pomodori.

L’acqua che utilizziamo per l’irrigazione deve essere sempre a temperatura ambiente. L’acqua che, ad esempio, prendiamo direttamente dal rubinetto di casa nostra può, infatti, risultare troppo fredda e portare le radici ad uno shock termico, soprattutto se le radici sono sempre ben riscaldate dal sole.

Dobbiamo stare attenti, inoltre, alla presenza di piccoli insetti come le zanzare che sono molto presenti sui nostri balconi nei mesi estivi. Non lasciamo mai innaffiatoi o secchi pieni d’acqua nei nostri spazi esterni dato che le zanzare sono attirate dall’acqua stagnante.

 

Milano
cielo sereno
12.5 ° C
13.9 °
10.6 °
43 %
2.1kmh
0 %
Lun
12 °
Mar
15 °
Mer
15 °
Gio
15 °
Ven
15 °

Potrebbe interessarti: