Come fare un giardino in bottiglia

Sogni un giardino? Oggi puoi averne uno anche se vivi in 30 mq in città. Basta regalarti un terrario ricostruendo un microclima vegetale in un ambiente protetto, di solito un vaso di vetro chiuso ermeticamente. Perfetto figlio della città, perché necessita di poco spazio, il terrario ha antenati “esploratori”: deriva infatti dalla Wardian Case creata a fine ‘800 dal botanico Nathaniel Ward, per trasportare con maggior successo le piante esotiche recuperate in Oriente durante i lunghi viaggi di ritorno in nave.

Oggi si tratta di uno scampolo di verde realizzabile in ogni casa e adattabile a tutti i gusti: l’unico must è un’illuminazione costante e non troppo diretta. Chi lo sceglie deve adottare le regole base di “buon giardinaggio”, come non mescolare specie con esigenze diverse, per ricreare un paesaggio in miniatura che sia il più possibile simile a quello naturale al quale ci si è ispirati.

Esistono due tipi di terrario, quello aperto o“secco”, non autonomo proprio perché in contatto con l’esterno, e quello chiuso o “umido”, che grazie alla tenuta ermetica del tappo crea un ecosistema artificiale dal ciclo quasi autosufficiente, quindi in teoria senza nessuna manutenzione: le piante, occupando lo spazio a disposizione, producono tutto il necessario per il loro sostentamento.

Quest’ultimo metodo ha trasformato David Latimer, un tranquillo signore inglese appassionato di piante in miniatura, in una celebrity, seppur di nicchia: il suo terrario composto nel 1960 (e poi chiuso in modo totalmente ermetico dal 1972) è stato in grado di rigenerarsi per decenni creando un microclima completamente autonomo, tanto da incuriosire la Nasa dando spunto ai primi esperimenti di “coltivazione spaziale” in ambiente controllato.

COME REALIZZARLO DA SOLE

Per chi vuole cimentarsi nella realizzazione fai da te, occorre scegliere il contenitore giusto, di vetro trasparente, e iniziare ad allestirlo creando un primo strato di ghiaia pozzolana sul fondo, per il drenaggio. Si prosegue poi con ghiaia più fine, decorativa nelle varie nuances di colore oltre che utile per il deflusso dell’acqua in eccesso. A seguito uno strato di terreno, scelto in base alle esigenze delle specie che si vorranno utilizzare. Muschio e/o rocce per un effetto “paesaggio in miniatura” e poi, finalmente, le piante, con una protagonista intorno alla quale ruoteranno le “comparse”, scelte con esigenze simili.

Per avere linee guida anche stilistiche è appena uscito in libreria Terrarium, un manuale illustrato di L’Ippocampo Edizioni che spiega passo passo come procedere e con quali materiali.

Inoltre La Fioreria di Cascina Cuccagna a Milano organizza corsi a tema, sia per il metodo a secco che umido.

I TERRARI SU INSTAGRAM

Sono passati circa 150 anni dal prototipo di Ward e mettere le piante in bottiglia non è ma stato così di moda. Alcuni fioristi e giardinieri si sono addirittura specializzati e offrono mini-mondi in grado di soddisfare tutti i gusti. Sbirciando sui loro account Instagram si capisce come un oggetto così piccolo e delimitato possa offrire decine di interpretazioni diverse. Ecco chi vale la pena seguire, per rimanere informati sulle novità.

art@terrariumart è l’account dell’omonimo negozio milanese (1k di follower, www.terrariumart.it) che personalizza in base alle esigenze del cliente, aggiungendo nella composizione anche figurine antropomorfe.

sottoAltro italiano di Savona, @sottobosco (1.4k, www.sottobosco.it), con immagini e realizzazioni molto raffinate e la possibilità di progettare pezzi unici.londonTre invece i profili inglesi da tenere d’occhio: @londonterrariums (14k, www.londonterrariums.com) che organizza workshop a tema in uno spazio super cool

londra@ozziesterrariumslondon (1.2k, www.ozzies-london.com) con proposte dal look minimal.londSempre da Londra @weareleafage (1.8k), seguito dai giardinieri più modaioli della City. dreamsInfine due account dove confluiscono le immagini dei migliori terrari da tutto il web: @terrarium.imaginarium (2.7k) e @terrariumdreams (36,4k).

 

Milano
cielo sereno
19.4 ° C
20.9 °
16.6 °
62 %
1.5kmh
0 %
Ven
18 °
Sab
18 °
Dom
17 °
Lun
16 °
Mar
16 °

Potrebbe interessarti: