Come gestire l’incontinenza maschile e femminile

In caso di incontinenza moderata o grave, sono molto utili articoli come le mutande assorbenti di AMioAgio. Esse si indossano proprio come la normale biancheria intima, ma sono in grado di assorbire fino a 10 gocce di urina: garantiscono comfort, sicurezza e comodità in tutte le circostanze.

Simili mutande assorbenti sono concepite per ridurre il rischio di irritazioni sulla pelle, e per essere praticamente invisibili sotto i vestiti. Sono adatte sia agli uomini sia alle donne, in quanto esistono in più versioni – mutande per l’incontinenza maschile e femminile, nonché contraddistinte da più livelli di assorbenza.

Le perdite involontarie di urina possono essere davvero fastidiose, e quasi sempre minano la qualità della vita di chi è colpito da questo disturbo. Spesso si evita di uscire e di vedere altre persone proprio per la vergogna e per l’imbarazzo. Senza dimenticare che, non di rado, all’origine dell’incontinenza c’è una patologia che comunque ha le proprie conseguenze negative.

L’utilità delle mutande assorbenti

Quando si soffre di incontinenza, l’ideale è risalire alle radici del problema e, nel frattempo, adoperare gli accessori giusti: tra questi ci sono le suddette mutande assorbenti.

Tali prodotti comportano una serie di vantaggi:

  • sono confezionate secondo una formula che assorbe l’urina e annulla i cattivi odori;
  • sono in tessuto non tessuto, un materiale che risulta piacevole a contatto con l’epidermide;
  • sono disponibili in più taglie;
  • assorbono da un minimo di 5 a un massimo di 10 gocce;
  • non determinano un arrossamento della pelle.

Le mutande assorbenti di qualità, inoltre, sono pensate per scongiurare la fuoriuscita dell’urina in ogni situazione, anche se sono “schiacciate” (per esempio quando la persona sta seduta). Un autentico simbolo di benessere, che permette di vivere le occasioni sociali senza alcun timore.

Incontinenza urinaria e cause

Ma quando si va incontro a incontinenza urinaria?

Ci sono, innanzitutto, delle cause comuni agli uomini e alle donne. Una difficoltà di questo tipo può essere provocata da un’infezione delle vie urinarie, come la cistite, che si riconosce da sintomi come il bruciore e il bisogno di urinare continuamente (anche se la quantità emessa è piuttosto scarsa).

L’incontinenza deriva a volte da malattie come il diabete, il morbo di Parkinson e la sclerosi multipla. Altre volte nasce semplicemente da un eccesso di integratori diuretici o altri articoli del genere.

Ci sono, poi, dei casi in cui la stitichezza conduce all’incontinenza, nel momento in cui le masse fecali esercitano una pressione sulla vescica. In questo frangente, a lungo andare, è inevitabile un indebolimento del pavimento pelvico.

Passiamo alle cause dell’incontinenza che riguardano strettamente il sesso maschile. Le più comuni sono quelle connesse alla prostata: l’ingrossamento della stessa – o ipertrofia –, la prostatite e il tumore alla prostata. In più, l’incontinenza può avere luogo dopo un intervento chirurgico finalizzato alla rimozione della prostata (prostatectomia).

Le donne hanno maggiori probabilità di essere colpite da incontinenza da stress, ad esempio durante la gravidanza per l’azione degli ormoni. In aggiunta, nel corso della gestazione il feto preme sulla vescica: anche questo fattore può portare alle perdite urinarie. C’è l’incontinenza post-partum, sempre per l’indebolimento dei muscoli pelvici, e quella da menopausa, per la diminuzione degli estrogeni.

Infine, l’incontinenza femminile potrebbe dipendere dal prolasso uterino e dall’isterectomia. Con quest’ultimo termine indichiamo l’asportazione chirurgica dell’utero.

Consigli per fronteggiare l’incontinenza

Uno dei nostri primi suggerimenti, in queste circostanze, è quello di acquistare strumenti come le mutande assorbenti. Queste aiutano ad affrontare il periodo di incontinenza con più serenità, e a non incorrere in problemi di natura psicologica.

Contro l’incontinenza sono utili gli esercizi per il rafforzamento del pavimento pelvico, come quelli di Kegel. Essi consistono in contrazioni volontarie dei muscoli locali, a intervalli regolari separati da pause.

Chi soffre di incontinenza urinaria dovrebbe rinunciare ad abitudini come il fumo e l’alcool, oltre che alle bevande dall’effetto drenante (come il caffè e il tè). È indispensabile uno stile di vita sano; bisogna anche mantenere il peso forma, perché l’obesità non fa altro che peggiorare la situazione.

Infine, è consigliabile mangiare cibi pieni di fibre per favorire le funzioni intestinali. Abbiamo visto che anche la stipsi può essere all’origine dell’incontinenza. Per il resto, è meglio non consumare alimenti molto salati, piccanti o speziati.

Il catalogo di amioagio.it

All’inizio del discorso abbiamo citato uno shop: amioagio.it, specializzato in forniture come le mutande assorbenti (ma anche i pannoloni e gli assorbenti veri e propri).

Nel complesso, il negozio di AMioAgio propone una vasta gamma di soluzioni per la terza età e per tutti coloro che sono soggetti a incontinenza. Non mancano altre tipologie di prodotti, tra cui attrezzi per l’automonitoraggio, traverse per il letto, detergenti per l’igiene della pelle ecc.

L’obiettivo è prendersi cura degli anziani, degli ipomobili e in generale di tutte le persone che ne hanno bisogno. I fastidi legati all’incontinenza calano in maniera sensibile grazie a simili articoli!

Milano
nubi sparse
22.2 ° C
23.8 °
19.1 °
46 %
1.3kmh
40 %
Lun
23 °
Mar
22 °
Mer
22 °
Gio
22 °
Ven
24 °

Potrebbe interessarti: