Covid, morto bancario 87enne a marzo. Lascia tre milioni a un istituto per anziani

Covid 19, la pandemia non perdona. Non risparmia proprio nessuno. Ne per età, ne per nazionalità o ricchezza. A marzo toccò a un bancario 87 enne. Il suo testamento è stato poi ritrovato in un armadio.

Covid 19, il testamento della vittima

La vittima era uno scapolo di 87 anni. Aveva accumulato un’ingente fortuna. Aveva trascorso la sua vita tra il suo lavoro e l’attività di volontariato in parrocchia. Era diventata ormai la sua famiglia. L’ex bancario è morto il 26 febbraio scorso. Proprio nel pieno della prima ondata. Il suo testamento è stato ritrovato quasi per caso nell’appartamento dove dimorava. Era scritto su un foglio bianco nascosto dentro al suo armadio. L’uomo lascia a un istituto per anziani a Piacenza 3 milioni di euro tra denaro liquido e titoli di Stato. Nonchè un’intera palazzina con sei appartamenti a poche decine di metri dalla chiesa del Corpus Domini.

La donazione, la testimonianza di chi lo conosceva

Il donatore viene ricordata come una persona “mite, morigerato, molto devota”. Il suo gesto rappresenta un “altruismo fuori dal comune”.

Milano
cielo sereno
12.5 ° C
13.9 °
10.6 °
43 %
2.1kmh
0 %
Lun
12 °
Mar
15 °
Mer
15 °
Gio
15 °
Ven
15 °

Potrebbe interessarti: