Criceto cinese: prezzo, carattere, razza, alimentazione, carattere

Anche se cani e gatti sono gli animali domestici più diffusi, non vuol dire che non esistono altri tipi di animali da compagnia, più rari e particolari. Questo è il caso del criceto cinese, un minuscolo animaletto conosciuto come “mouse like” per la sua incredibile somiglianza con un topolino. Ancora non molto diffuso in Italia, è originario della Mongolia e, purtroppo, è stato importato nel resto del mondo come animale da laboratorio.

Dagli anni ’40 però, quando era usato dalla scuola di medicina di Harvard, sono stati fatti passi da gigante a livello di sensibilizzazione. Oggi, il criceto cinese è inteso come una vera e propria razza, e viene venduto come animale domestico. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo piccolo compagno di vita.

Caratteristiche, carattere e alimentazione criceti cinesi

Il criceto cinese è un piccolo roditore che assomiglia al topolino di campagna. Non più grande di 13 centimetri, rispetto al criceto classico ha un corpo più lungo e sottile, e un mantello spesso pezzato che varia dal marrone al grigio, con la pancia sempre bianca. Dal punto di vista caratteriale, il criceto cinese è un animaletto davvero adorabile. Di indole dolce e affettuosa, non morde mai, e questo permette di poterlo prendere spesso in mano.

Attenzione, quando è fuori dalla gabbia, alla sua agilità. Riesce a fare salti molto alti ma non ha il senso dell’altezza, e quindi rischia di cadere e farsi male. Il criceto cinese è anche molto pauroso, odia i rumori forti e si spaventa con il caos, quindi non è adatto a una casa affollata o dove ci sono molti bambini.

Dal punto di vista alimentare, è molto importante seguire il regime più adatto a mantenere in salute i criceti. Il criceto cinese ama nutrirsi di un mix di semi e legumi composto da avena, riso decorticato, kamut, grano tenero, mais, quinoa, segale, miglio, semi di sesamo, semi di girasole e zucca, piselli secchi, lenticchie e fave. Come si nota, sono tutti elementi molto magri, perché il criceto ha bisogno di evitare il più possibile i grassi.

Questo mix di semi possono essere completati con alimenti vegetali a volontà, tra cui carote, pomodori, finocchio, sedano, valeriana, tarassaco e soja. Due volte a settimana, inoltre, possiamo dare al nostro criceto la frutta, che ama particolarmente. Vanno bene pezzettini di mela o banana, fragole, uva o mandarino.  Ogni tanto va bene anche la frutta secca, un alimento che il criceto cinese adora. Una volta alla settimana, quindi possiamo premiarlo con pezzettino di noce o mandorla.

Assolutamente vietati, invece, tutti i latticini, perché il lattosio fa malissimo al criceto, e potrebbe provocare problemi enterici e gravi forme di gastroenterite.

Quanto costa un criceto cinese? Costo, cura, quanto vive un criceto

Il costo di un criceto cinese è bassissimo, e va dai 15 ai 25 euro in base a dove si compra, se in un negozio di animali o da venditori specializzati. Di solito il criceto cinese vive al massimo 3 anni, a patto però che venga alimentato bene e che il suo igiene sia curato con attenzione. In questo senso è fondamentale tenere pulita la gabbia in cui vive, avendo cura di disinfettarla periodicamente, cambiare spesso la lettiera e eliminare gli avanzi di cibo ogni giorno.

Milano
poche nuvole
17.9 ° C
18.3 °
17.2 °
68 %
2.1kmh
20 %
Ven
23 °
Sab
16 °
Dom
20 °
Lun
21 °
Mar
16 °

Potrebbe interessarti: