Dieta, è possibile dimagrire con la pasta? Le ultime scoperte della scienza

Si può dimagrire mangiando pasta? Esiste una dieta della pasta efficace? Solitamente tendiamo a pensare che la pasta, ricca di carboidrati, faccia ingrassare. A dirla tutta la questione inerente all’alimentazione è strettamente soggettiva e dipende da vari fattori, tra cui lo stile di vita dell’individuo, il suo metabolismo, ecc.
Ma se vi dicessi che la dieta della pasta è fattibile?
Gestire una dieta senza eliminare la pasta può risultare complesso… ma è possibile! Basti pensare per esempio che esistono varie tipologie di pasta dietetica per dimagrire.

Dimagrire con la pasta, si può?

Certo, la pastasciutta è un alimento che può essere integrato in una dieta ipocalorica, se si seguono determinate accortezze. Ma com’è possibile esattamente?

Come organizzare la propria dieta della pasta per dimagrire, tutti i nostri consigli

  • Un punto chiave riguarda la moderazione quantitativa: si può mangiare la pasta durante una dieta, ma bisogna limitarne il consumo a 2, massimo 3 volte a settimana.
  • Bisognerebbe evitare di mangiare porzioni superiori agli 70/80 g.
  • Se mangi pasta a pranzo, non mangiarla a cena! A seconda del soggetto potrebbe essere consigliabile consumare pasta a pranzo, più che a cena.
    Insomma non mangiare pasta tutti i giorni!
  • Consumare il primo… dopo il contorno! Un contorno di verdure, un’insalata fresca, se consumati prima degli altri cibi, agevolano la digestione.
    Gustare il vostro piatto di pasta dopo il contorno alleggerisce il pasto e lo rende più piacevole.
  • Sughi e condimenti devono essere poveri di grassi e ricchi di fibre.
  • Utilizzare tipologie di pasta a basso contenuto calorico: pasta con verdure dietetica per esempio.

Quali sono i tipi di pasta ideali da integrare in una dieta della pasta?

Esistono vari tipi di pastasciutta, da quella fresca alla secca, da quella all’uovo a quella senza glutine. Ma quali sono i tipi di pastasciutta più idonei alla dieta della pasta?

La pasta ipocalorica, cos’è?

Si tratta di una tipologia di pasta dal basso apporto calorico e glicemico. Conosciuta anche come pasta per i diabetici, è state realizzata appositamente per chi non può consumare eccessive quantità di carboidrati.
Ottimale dunque anche per chi non rinuncerebbe nemmeno alla pasta a colazione!

Parliamo ora della pasta ipocalorica con legumi: contiene una quantità inferiore di carboidrati rispetto alla pasta di semola (normale, ma anche integrale), un indice glicemico molto basso ed è ricca di fibre e proteine. Si consiglia, a seconda dei casi, una porzione non superiore ai 70g.

La pasta integrale fa dimagrire?

Si tratta di pasta di semola integrale e dunque non raffinata.
Utilizzare questo alimento nella propria dieta alimentare comporta svariati vantaggi come, per esempio, maggiore apporto nutritivo, assimilazione di lipidi e glucidi più lenta e flora batterica equilibrata.
Sono molte le sostanze preziose contenute nella crusca e nel germe di grano: vitamina B, vitamina E, antiossidanti, fibre, sali minerali, ferro, zinco, acidi grassi polinsaturi, amidi e proteine. Un alimento davvero ricco ed equilibrato che vi permetterà di perdere peso mangiando pasta.
La pasta integrale inoltre smorza lo stimolo della fame, lasciandovi soddisfatti e sazi dopo il pasto. In poche parole: la dieta con la pasta si può fare!

Milano
foschia
8.1 ° C
9 °
7.3 °
97 %
2.7kmh
75 %
Lun
8 °
Mar
9 °
Mer
8 °
Gio
6 °
Ven
5 °

Potrebbe interessarti: