Finanza pubblica, aziendale e personale

0
188
finanza pubblica
Booking.com

La finanza è un campo che si occupa dello studio degli investimenti. Comprende la dinamica delle attività e delle passività nel tempo in condizioni di diverso grado di incertezza e rischio. La finanza può anche essere definita come la scienza della gestione del denaro. I partecipanti al mercato mirano a valutare le attività in base al loro livello di rischio, valore fondamentale e al loro tasso di rendimento atteso. La finanza può essere suddivisa in tre sottocategorie: finanza pubblica, finanza aziendale e finanza personale.

La finanza personale

La finanza personale può comportare il pagamento per l’istruzione, il finanziamento di beni durevoli come immobili e automobili, l’acquisto di assicurazioni, ad esempio l’assicurazione sanitaria e immobiliare, l’investimento e il risparmio per la pensione.

  • Protezione contro eventi personali imprevisti
  • Trasferimento del patrimonio familiare attraverso le generazioni (lasciti ed eredità)
  • Effetti delle politiche fiscali (sussidi fiscali o penali) gestione delle finanze personali
  • Effetti del credito sulla posizione finanziaria individuale
  • Sviluppo di un piano di risparmio o finanziamento per grandi acquisti (auto, istruzione, casa)
  • Pianificare un futuro finanziario sicuro in un contesto di instabilità economica

Le finanze personali possono anche comportare il pagamento di un prestito o obbligazioni di debito. La posizione finanziaria riguarda la comprensione delle risorse personali disponibili esaminando il patrimonio netto e i flussi di cassa delle famiglie. Il patrimonio netto è il bilancio di una persona, calcolato sommando tutte le attività sotto il controllo di quella persona, meno tutte le passività della famiglia. I flussi di cassa delle famiglie ammontano complessivamente alle fonti di reddito attese entro un anno, al netto di tutte le spese previste entro lo stesso anno. Da questa analisi, il pianificatore finanziario può determinare in che misura e in quale momento gli obiettivi personali possono essere raggiunti.

Finanza personale: La protezione adeguata

La protezione adeguata nella finanza personale è l’analisi di come proteggere una casa da rischi e imprevisti. Questi rischi possono essere suddivisi in; responsabilità civile, proprietà, morte, disabilità, salute e assistenza a lungo termine. Alcuni di questi rischi possono essere auto-assicurabili, mentre la maggior parte richiederà l’acquisto di un contratto assicurativo. Determinare quanta assicurazione ottenere, ai termini più convenienti richiede conoscenza del mercato per assicurazione personale. Imprenditori, professionisti, atleti e intrattenitori richiedono professionisti assicurativi specializzati per proteggersi adeguatamente. Dal momento che l’assicurazione gode anche di alcuni benefici fiscali, l’utilizzo di prodotti di investimento assicurativi può essere un elemento fondamentale della pianificazione generale degli investimenti.

Finanza personale: La pianificazione finanziaria

La pianificazione finanziaria è in genere l’imposta sul reddito, la singola più grande spesa in una famiglia. Gestire le tasse non è una questione se pagherai le tasse, ma quando e quanto. Il governo offre molti incentivi sotto forma di detrazioni fiscali e crediti, che possono essere utilizzati per ridurre il carico fiscale. La maggior parte dei governi usa una tassa progressiva. In genere, man mano che cresce il proprio reddito, deve essere pagata un’aliquota marginale più elevata. Capire come trarre vantaggio dalla miriade di agevolazioni fiscali quando si pianificano le proprie finanze personali può avere un impatto significativo in cui può in seguito risparmiare denaro a lungo termine.
La pianificare su come accumulare abbastanza denaro per grandi acquisti ed eventi della vita è ciò che la maggior parte delle persone considera essere una pianificazione finanziaria. I principali motivi per accumulare beni includono l’acquisto di una casa o di un’auto, l’avvio di un’impresa, il pagamento delle spese per l’istruzione e il risparmio per la pensione. Raggiungere questi obiettivi richiede la proiezione di quanto costano e quando è necessario prelevare fondi che saranno necessari per raggiungere questi obiettivi. Un grande rischio per la famiglia nel raggiungere il loro obiettivo è il tasso di aumenti dei prezzi nel tempo o l’ inflazione.
Al fine di superare il tasso di inflazione, il portafoglio di investimenti deve ottenere un tasso di rendimento più elevato, che in genere sottoporrà il portafoglio a una serie di rischi. La gestione di questi rischi di portafoglio viene spesso eseguita utilizzando l’asset allocation, che cerca di diversificare il rischio e le opportunità di investimento. Questa asset allocation prescriverà un’allocazione in percentuale da investire in azioni (azioni privilegiate o azioni ordinarie), obbligazioni come ad esempio mutui o obbligazioni governative o obbligazioni societarie, liquidità e investimenti alternativi. L’assegnazione dovrebbe anche tenere conto del profilo di rischio personale di ogni investitore.

La pianificazione previdenziale

La pianificazione previdenziale è il processo di comprensione del costo della pensione e dell’elaborare un piano per distribuire le risorse per far fronte ad eventuali mancate entrate. I metodi per i piani di pensionamento includono l’utilizzo delle strutture governative per gestire la responsabilità fiscale.

La pianificazione immobiliare

La pianificazione immobiliare prevede la pianificazione della disposizione delle proprie attività dopo la morte. In genere, c’è una tassa dovuta allo stato o al governo alla morte del proprietario dell’immobile.

Finanza aziendale

La finanza aziendale si occupa delle fonti di finanziamento e della struttura del capitale delle società. Le azioni che i gestori intraprendono per aumentare il valore dell’impresa per gli azionisti e gli strumenti e le analisi utilizzate per allocare le risorse finanziarie. Sebbene in linea di principio sia diverso dalla finanza manageriale che studia la gestione finanziaria di tutte le imprese, piuttosto che le sole società, i concetti principali nello studio della finanza aziendale sono applicabili ai problemi finanziari di tutti i tipi di imprese. Le finanze aziendali generalmente comportano il bilanciamento tra rischio e redditività, mentre si tenta di massimizzare le attività di un’entità, il flusso di cassa netto in entrata e il valore della propria azienda comporta genericamente tre aree principali di allocazione delle risorse del capitale:

1) Capital budgeting

Il Capital budgeting è la direzione che deve scegliere quali progetti (se ce ne sono) da intraprendere. La disciplina del capital budgeting può impiegare tecniche standard di valutazione aziendale o addirittura estendere la valutazione delle opzioni reali.

2) Fonti di capitale

Per fonti di capitale ci si riferisce al modo in cui questi investimenti devono essere finanziati. Il capitale di investimento può essere fornito attraverso diverse fonti, come gli azionisti, sotto forma di azioni private o tramite un’offerta pubblica iniziale, i creditori, spesso sotto forma di obbligazioni, e l’impresa. I finanziamenti a breve termine o il capitale circolante sono forniti principalmente dalle banche che estendono una linea di credito. L’equilibrio tra questi elementi costituisce alla struttura del capitale della società.

3) Politica dei dividendi

Nella politica dei dividendi si richiede che il management determini se eventuali profitti non appropriati (eccesso di liquidità) debbano essere conservati per futuri investimenti o se invece vengano distribuiti agli azionisti e, in tal caso, in quale forma. La gestione finanziaria a breve termine viene spesso definita come “Gestione del capitale circolante” e si riferisce alla gestione di cassa, all’inventario e ai debitori.

Investimenti nella finanza aziendale

La finanza aziendale comprende anche nell’ambito della sua portata la valutazione aziendale, l’investimento azionario o la gestione degli investimenti. Un investimento è un’acquisizione di un bene nella speranza che manterrà o aumenterà il suo valore nel tempo che, nella speranza, restituirà un tasso di rendimento più elevato quando si tratta di erogare dividendi. Nella gestione degli investimenti, è necessario utilizzare l’analisi finanziaria per determinare cosa, quanto e quando investire. Per fare ciò, un’azienda deve saper Identificare gli obiettivi e i vincoli rilevanti tra cui; gli obiettivi istituzionali o individuali e l’avversione al rischio e alle considerazioni fiscali.

La gestione finanziaria

La gestione finanziaria si sovrappone alla funzione finanziaria della professione contabile. Tuttavia, la contabilità finanziaria è la segnalazione di informazioni finanziarie storiche, mentre la gestione finanziaria riguarda l’allocazione delle risorse di capitale per aumentare il valore di un’impresa per gli azionisti e aumentare il tasso di rendimento degli investimenti. La gestione dei rischi finanziari, elemento della finanza aziendale, è la pratica di creare e proteggere il valore economico in un’impresa utilizzando strumenti finanziari per gestire l’esposizione al rischio, in particolare il rischio di credito e il rischio di mercato. Gli altri tipi di rischio includono la valuta estera, la volatilità, il settore, la liquidità e i rischi di inflazione. Si concentra su quando e come coprirsi utilizzando gli strumenti finanziari.

Servizi finanziari

Un’entità il cui reddito supera la spesa può prestare o investire il reddito in eccesso per aiutare il reddito in eccesso a produrre più reddito in futuro. D’altra parte, un’entità il cui reddito è inferiore alla sua spesa può raccogliere capitali indebitandosi o vendendo crediti azionari, diminuendo le spese o aumentando il proprio reddito. Il mutuante può trovare un mutuatario, un intermediario finanziario come una banca o comprare banconote o obbligazioni come obbligazioni societarie, titoli di stato o obbligazioni comuni nel mercato obbligazionario. Il mutuatario riceve interessi, paga un interesse più alto di quello che riceve il mutuante, e l’intermediario finanziario guadagna la differenza per organizzare il prestito.
Una banca aggrega le attività di molti mutuatari e istituti di credito. Una banca accetta depositi da istituti di credito, sui quali paga interessi. La banca quindi presta questi depositi ai mutuatari. Le banche consentono ai mutuatari e agli istituti di credito di diverse dimensioni di coordinare la propria attività

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.