Firenze, la regina delle città d’arte: turismo in crescita perenne

0
54
Booking.com

Firenze città regina del turismo 

Firenze è veramente la città regina fra le città dell’arte in tutta Italia. La città toscana, ricca di bellezze artistiche, ha permesso finalmente di abbattere il muro di 48 milioni di presenze in Toscana nel 2018. Si tratta del 3,8% di persone in più rispetto al 2017, un balzo in avanti non indifferente che classifica Firenze come una delle città d’arte più visitate di tutta la penisola italiana.

L’incremento è di 1,7 milioni di pernottamenti con una tendenza a viaggi ‘mordi e fuggi’ per i turisti (media di 3,3 giorni di permanenza). 

In Toscana vanno molto bene anche le città collinari, Pisa ed Arezzo registrano un numero maggiore di turismo assieme a Lucca. Aumentano i turisti stranieri, secondo i dati, del 4,1% rispetto agli italiani che piangono al 3,4%. 

Toscana molto attrattiva per turismo 

La Toscana in generale rimane una regione estremamente attrattiva sia per gli italiani che per i turisti. Merito delle bellisisme città d’arte e storia, della presenza di una grande natura e delle colline, di agriturismi e meravigliosi parchi. Città come Grosseto, Livorno, Pisa, Arezzo, Lucca ed ovviamente Firenze continuano a conquistare sia gli amanti dell’arte che quelli che amano la natura. 

“I numeri evidenziano una Toscana sempre più attrattiva” dice soddisfatto Stefano Ciuffo, assessore regionale al turismo. “Diversificando l’offerta e lavorando su segmenti specifici cercheremo di intercettare ulteriormente i gusti dei viaggiatori. La nuova suddivisione dei dati in base ai nuovi ambiti territoriali turistici permette di individuare con più puntualità le performance delle varie zone comprese quelle con criticità e quindi studiare i correttivi per provare a invertire la tendenza. Siamo alle porte di una serie di ponti tra aprile e maggio e l’inizio del 2019 quindi ci fa ben sperare”

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.