Folina: compresse, ferro, a cosa serve, effetti collaterali

Folina a cosa serve

In natura si possono trovare varie vitamine che completano le funzioni del nostro organismo. Queste sostanze assumono i più svariati compiti e intercedono affinchè determinate carenze possano essere eliminate. Quindi l’ acido folico folina ricopre un ruolo importantissimo riconosciuto soprattutto tra i medici specializzati. Ora tra gli utenti vi è una domanda ricorrente: la folina cosa serve? La “vitamina B9” è preminente per quanto riguarda la formazione dell’ emoglobina ed è essenziale per tutti quei tessuti che vanno incontro a continue differenziazioni nel tempo. I tessuti embrionali costituiscono un ottimo esempio. Lo studio dell’ acido folico ha prodotto negli ultimi tempi risultati sorprendenti. Infatti la vitamina B9 è considerata determinante per la prevenzione di eventuali malformazioni congenite, quali la labio-palatoschisi o alcuni difetti cardiaci.

Folina: perchè assumerla

La rilevanza in campo medico di questa vitamina è dunque particolarmente incisiva. Infatti  l’ acido folico è un forte deterrente per impedire situazioni che possano mettere seriamente a rischio la salute degli individui. L’ assunzione regolare di questa sostanza nei fatti abbassa notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari o infarti, agendo direttamente sulla buona funzionalità del cuore e sulla circolazione sanguigna. Inoltre combatte la mancanza di appetito, l’ apatia, la perdita di memoria, la stanchezza fisica e mentale. La folina offre il suo valido contributo anche contro l’ anemia. Infatti  si inserisce nei tessuti producendo conseguenze significative che riguardano il metabolismo degli aminoacidi e degli acidi nucleici.

Folina gravidanza, cosa c’è da sapere

Molte donne in stato “interessante” possono avere paura riguardo malformazioni del nascituro. Con l’ assunzione della folina questi dubbi possono essere in parte dissipati. Infatti in gravidanza l’ acido folico aiuta a bloccare eventuali “difetti” che colpiscono  direttamente il tubo neurale , quali la spina bifida o l’ anencefalia. E’ fondamentale ricordare che quando il tubo neurale (grazie al quale avviene lo sviluppo del cervello, scatola cranica e spina dorsale) non si chiude nelle primissima settimane di gestazione, il feto può sviluppare anomalie gravi ed irreversibili. Quindi l’ assunzione della folina può ridurre notevolmente il rischio di eventuali deformazioni congenite. E’ bene  comunque ricordare che  l’ abuso della vitamina B9 può provocare effetti collaterali acido folico.

Acido folico effetti indesiderati

Quindi l’ assunzione dell’ acido folico non provoca solo migliorie per l’ organismo, ma nei casi di eccessivo consumo della stessa produce effetti decisamente indesiderati quali la nausea, dolori addominali e irritabilità verso ogni minima questione. E’ quindi rilevante rivolgersi al medico per una eventuale somministrazione e un suo eventuale dosaggio. Ma non sono solo questi effetti collaterali a preoccupare l’ ambiente sanitario. In effetti possono esservi anche interazioni con altri farmaci usati quotidianamente dagli utenti. Tra questi ricordiamo gli antiinfiammatori. Questi ultimi possono contrastare la folina e determinarne l’ inefficacia terapeutica. Inoltre l’ acido folico può interferire anche con le funzioni di anticonvulsivi e antiepilettici, riducendone drasticamente l’ efficacia. Alla luce di quanto abbiamo appena detto ricordiamo ancora una volta che sarà di primaria importanza rivolgersi al medico riguardo una eventuale terapia con vitamina B9 , cercando di eluderne gli effetti collaterali.

 

Milano
cielo sereno
26 ° C
27.8 °
21.9 °
68 %
0.9kmh
0 %
Sab
35 °
Dom
33 °
Lun
29 °
Mar
26 °
Mer
20 °

Potrebbe interessarti: