Genitori di Renzi, arriva condanna per fatture false

0
64

Depositata la motivazione della sentenza

Sono stati condannati i genitori dell’ex premier Matteo Renzi per l’accusa di fatture false. Il tribunale di Firenze ha depositato la motivazione della sentenza dello scorso ottobre, evidenziando che ‘La fragilità e la clamorosa contraddittorietà della posizione difensiva’ sarebbe evidente, ‘in modo emblematico laddove si presti attenzione ad elementi che si traggono dalla documentazione concernente le due fatture e la corrispondenza informatica relativa alla loro trasmissione’.

La motivazione dei giudici

“Si ricava, infatti, dall’esame delle tre diverse versioni della fattura n. 202/2015, emessa dalla Eventi 6, non solo un’incertezza davvero sorprendente sul valore della presunta prestazione di consulenza, lievitato inspiegabilmente, nel giro di pochi giorni, di 40 mila euro, ma anche l’indicazione dell’esistenza di un incarico specifico, conferito in una determinata data, e di un altrettanto specifico momento di consegna dell’elaborato costituente l’oggetto della prestazione, avvenuto nelle mani di un fantomatico incaricato della società committente, la cui identità non è mai stata nemmeno allegata da parte dei due imputati” si legge ancora nella motivazione.

loading...

“Per non parlare del contenuto della relazione che, secondo la prospettazione difensiva e le dichiarazioni di tutti gli imputati, costituirebbe l’oggetto della prestazione di maggior rilevanza economica, il frutto, per dirla con le parole indignate di Renzi Tiziano, del “lavoro di mesi”, una vera e propria opera dell’ingegno; si tratta di uno scritto di due pagine e mezza, contenente affermazioni di principio banali e del tutto generiche, espressioni tautologiche prive di un effettivo valore innovativo e creativo, tali da giustificare la convinzione di un documento predisposto, frettolosamente ed in modo maldestro, per dare l’impressione di una effettiva esistenza di uno “studio di fattibilità” in realtà inesistente; a cui, peraltro, erano allegate delle tavole pianimetriche evidentemente copiate da un precedente elaborato predisposto dallo studio “P&P”, senza nemmeno l’accortezza di cancellare la stampigliatura attestante la paternità degli elaborati”.
Gli avvocati dei due condannati, Federico Bagattini e Lorenzo Pellegrini, parlano di incongruenze nella decisione. E annunciano l’appello. “Le contraddizioni presenti nella motivazione della sentenza ci fanno guardare al processo di appello con molta fiducia nel doveroso rispetto per i giudici” commenta il pool difensivo dei Renzi.

Commenti

commenti

loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.