Giramenti di testa: quando preoccuparsi, cosa prendere, rimedi naturali

Senso di instabilità e sbandamento, l’ansia di essere prossimi allo svenimento, la nausea, la tachicardia: questi sono solo alcune delle conseguenze causate dai giramenti di testa, che avvengono molto frequentemente e per cause disparate e di varia entità.

Le vertigini possono, infatti, essere la manifestazione lampante di una infinita serie di problematiche e necessitano di un trattamento che non solo le attenui e le faccia scomparire, ma che contrasti anche la causa principale di tale disturbo.

Quali sono le principali cause di capogiri e come tenerli a bada?

Approfondisci su: La Prima Infanzia

Giramenti di testa cause

Un capogiro può essere la spia di diverse patologie o condizioni psico-fisiche di diversa entità.

I giramenti di testa improvvisi sono spesso divisi in due categorie: soggettive, quando il soggetto pensa di muoversi, ma in realtà è fermo; oggettive, quando la percezione del movimento viene attribuita all’ambiente circostante.

In genere, un giramento di testa insorge a seguito di problematiche facilmente gestibili; se il sintomo persiste ed è accompagnato da manifestazioni ben più serie, è consigliabile rivolgersi a uno specialista.

Giramenti di testa: le cause più comuni

I capogiri sono spesso causati da:

  • Problemi cervicali;
  • Disturbi alla vista;
  • Disturbi all’orecchio;
  • Colpo di frusta;
  • Ipotensione;
  • Anemia;
  • Gravidanza;
  • Carenza di zuccheri;
  • Allergie;
  • Ansia.

Vertigini quando preoccuparsi

Curando la causa scatenante del malessere, in genere vertigini e nausea spariscono senza particolari problemi. Bisogna porre, tuttavia, attenzione se oltre ai giramenti di testa compaiono sintomi ben più gravi, quali: convulsioni, mal di testa particolarmente aggressivi, febbre alta, dolore toracico accompagnato da aumento della frequenza cardiaca, svenimenti, sensazione di torpore, difficoltà a camminare, parlare, sentire o vedere.

Sintomi comuni

Molto spesso i giramenti di testa continui, qualsivoglia sia la causa, sono accompagnati da:

  • Vertigine vera e propria;
  • Sensazione di cadere;
  • Stordimento;
  • Visione offuscata e confusa;
  • Senso di disorientamento.

Vertigini, rimedi naturali

Come gestire i tediosi mal di testa? Partiamo da un approccio farmacologico che mirerà, ovviamente, a risolvere la causa scatenante dei capogiri.

La buona notizia è che anche la natura può venire in nostro soccorso in caso di sensazione di stordimento, ognuno pensato appositamente per le diverse tipologie di giramenti di testa.

  • In caso di giramenti di testa da cervicale, possiamo trarre beneficio dagli ultra testati artiglio del diavolo e arnica, sotto forma di pomate, od oli e dagli oli essenziali di lavanda e rosmarino;
  • Se le vertigini sono correlate a uno stato di ansia o stress, via libera ai fiori di Bach, all’aromaterapia, al biancospino o alla valeriana;
  • In caso di pressione bassa, il rimedio bio efficace al cento percento è la liquirizia. Sono perfetti, tuttavia, anche lo zenzero, il cedro, il sale integrale;
  • E’ l’otite la causa scatenante dei capogiri? Può essere curata con aglio, camomilla, sale grosso, vitamina C sotto forma di integratori, oli essenziali alla lavanda o eucalipto.

Ricordiamo, inoltre, che è bene gestire i propri movimenti per prevenire l’insorgenza degli odiosi capogiri:

  • Idratiamo correttamente il nostro corpo bevendo almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno;
  • Durante la mattina (o quando siamo sdraiati) evitiamo di alzarci di scatto dal letto: meglio dedicare qualche minuto al risveglio graduale del nostro corpo;
  • Evitiamo sbalzi improvvisi e movimenti bruschi del capo;
  • Non intraprendiamo attività potenzialmente rischiose quando avvertiamo le prime avvisaglie di vertigini (camminare da soli, guidare, sollevare pesi).
Milano
foschia
8.1 ° C
9 °
7.3 °
97 %
2.7kmh
75 %
Lun
8 °
Mar
9 °
Mer
8 °
Gio
6 °
Ven
5 °

Potrebbe interessarti: