Gli ufo? Arrivano il venerdì…

Chissà a quante persone è capitato di alzare gli occhi al cielo, vedere una strana luce e pensare fosse un avvistamento ufo, acronimo per Unidentified Flying Object. In realtà, nella maggior parte dei casi si pensa – e a ragione – che si tratti solo d qualche riflesso visivo. Però c’è chi è affascinato dai misteri ufologici, e segnala  il possibile passaggio di alieni in Italia.

Bagliori inspiegabili e strani oggetti che solcano repentini i nostri orizzonti diventano così, da ogni parte del mondo, avvistamenti Ufo. Che siano bufale o meno poco importa, è comunque un fenomeno affascinante. Che inoltre desta anche qualche curiosità: sembra infatti che ufo e alieni siano “abitudinari” nel palesarsi al genere umano.

Ufo news: le navicelle passano soprattutto il venerdì

E’ quanto sembra affermare il National UFO Reporting Centre degli Stati Uniti, una delle organizzazioni che tengono traccia con assiduità degli avvistamenti. In circa quarant’anni di attività, l’associazione ha catalogato oltre 90mila segnalazioni di ufo avvistati, la buona parte delle quali si è verificata su territorio statunitense.

Utilizzando il database del National UFO Reporting Centre, il settimanale britannico The Economist ha preparato un grafico per mostrare dove si sono concentrati gli ufo avvistamenti negli USA, e soprattutto in quali ore del giorno sono più frequenti le segnalazioni.

I dati raccolti tra il 2000 e il 2014 restituiscono risultati che hanno dell’incredibile. Gli “avvistatori” avrebbero osservato qualcosa di strano simili a ufo alieni e navicelle spazioni soprattutto il venerdì sera nelle ore pre-serali e serali.

Qualcosa di strano nella ripetitività di questi avvistamenti c’è. Timbrato il cartellino, il venerdì sera si esce dal proprio luogo di lavoro, ci si prepara al weekend e ci si rilassa con qualche drink. Spesso si alza il gomito… Basta tutto ciò a spiegare il picco delle segnalazioni? Chissà. Magari anche su altri pianeti il venerd’ inizia il weekend e glli alieni partono con le navicelle spaziali…

Quando e dove

Altri dati interessanti: gli avvistamenti calano vertiginosamente di notte (si dorme, c’era da aspettarselo…); ma anche nelle ore centrali un ufo avvistamento è molto raro. forse la luce del sole è trppo forte, o le persone sono impegnate al lavoro.

Lo Stato americano con il maggior numero degli avvistamenti è Washington, seguito da Montana e Vermont. Negli Stati delle grandi metropoli la quantità di segnalazioni è sensibilmente più bassa.

Avvistamenti ufo Italia, i dati

Ma non solo Stati Uniti: non disegnano gli ufo Italia e resto del mondo. Dal 1972 anche l’Aeronautica militare italiana ha iniziato a catalogare gli avvistamenti di ufo in Italia. I cosiddetti avvistamenti “ufficiali”, ossia quelli registrati dall’Aeronautica in poco più di 40 anni, sono 445. Un numero decisamente ridotto rispetto a tutte le segnalazioni ricevute dal CISU (Centro Italiano Studi Ufologici) che raccoglie informazioni e dati tramite segnalazioni da chiunque abbia assistito a un fenomeno aereo ritenuto anomalo.

Ma per gli ufo notizie e curiosità non mancano. L’anno che in assoluto ha fatto registrate il maggior numero di avvistamenti in Italia, forse anche sull’onda della suggestione del film di Spielberg “Incontri ravvicinati del terzo tipo” (uscito nelle sale alla fine del 1977) è stato il 1978, con ben 69 segnalazioni.

La regione più fortunata è stata fino ad ora il Lazio, con oltre 50 casi. Seguono Toscana, con più di 40 segnalazioni e immagini ufo classificate dall’Aeronautica, Lombardia e Campania. Maglia nera degli avvistamenti il Molise, con una sola segnalazione.

Notizie ufo

Ufo ultime notizie: l’ultimo avvistamento ufo nel nostro Paese è avvenuto nei pressi del Vesuvio. Un uomo ha notato una luce tonda e rossastra nel cieclo scuro e ha segnalato la cosa. Online ci sono per questo ufo video e fotografie; ognuno può liberamente valutare e decidere cosa appaia ai propri occhi.

Per quanto riguarda gli ultimi avvistamenti ufo nel mondo, il The Guardina, a fine 2021, ha riportato otto testimonianze di oggeti misteriosi nei cieli dell’Irlanda del Nord; due in più di quanto avvenuto nel 2020 e quattro in più rispetto al 2019. un aumento di attenzione delle persoone o di visibilità? Forse gli alieni si sono fatti più coraggiosi nell’avvicinarsi alla Terra. Oppure, la diffusione degli smartphone con fotocamera e videocamera sempre a disposizione, permette a più persone di immortalare “oggetti volanti non identificati”. 

Milano
nubi sparse
24.1 ° C
25.1 °
20.4 °
38 %
1.8kmh
59 %
Lun
23 °
Mar
29 °
Mer
29 °
Gio
27 °
Ven
30 °

Potrebbe interessarti: