Hikikomori: la fuga dalla società, l’incontro per aiutarli

Il Coordinamento Donne di Cesare Pozzo è un’associazione nata nel 2017 con l’intento di aumentare la presenza delle donne all’interno della Società di Mutuo soccorso sia per ascoltarle, sia per integrarle progressivamente. Un’associazione che vanta 130.000 soci e oltre 350.000 assisiti, un aiuto concreto per le famiglie dei lavoratori e le imprese. Da oltre 140 anni, pronti ad affrontare vecchie e nuove problematiche legate al lavoro, alla famiglia e alla società.

L’incontro

Il giorno lunedì 31 maggio alle ore 18.00, è stato organizzato un incontro online sul tema degli Hikikomori si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Hikikomori Italia e sarà sostenuto dalla Fondazione Cesare Pozzo per la mutualità. All’evento parteciperanno la dottoressa Chiara Illiano, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice dell’Area Psicologica dell’Associazione Hikikomori Italia per il Lazio, la dottoressa Romelia Bauso, psicologa e psicoterapeuta. Inoltre parteciperà anche un genitore di un Hikikomori, per ascoltare le parole di chi vive questa situazione e scoprire quali sono le ripercussioni sociali che comporta questo fenomeno.

Ecco le credenziali per accedere all’incontro:

https://zoom.us/j/99317796831

ID riunione: 993 1779 6831

Il fenomeno Hikikomori

Hikikomori, cos’è?

Ma cos’è un Hikikomori? “Hikikomori” è un termine giapponese il cui significato letterale è “stare in disparte“. Questa parola è utilizzata per definire quelle persone che decidono, in tutta coscienza, di isolarsi dalla vita esterna e vivere nella propria abitazione. A volte, addirittura, nella propria camera escludendo chiunque dalla propria vita.

Una scelta di vita

“L’hikikomori è una scelta di vita. Certamente la chiusura rispetto ad ogni relazione con il mondo esterno presuppone l’esistenza di un disagio ma è importante dire che nell’isolamento molti ragazzi non vivono in uno stato di inerzia ma, al contrario, producono e coltivano le loro passioni.” Ha affermato la dottoressa Chiara Illiano. “Il nostro compito primario” ha proseguito la dottoressa “è quello di ristabilire un corretto sistema di comunicazione all’interno della famiglia, e successivamente della società, invitando il genitore ad evitare ogni tipo di pressione sul figlio ma anzi, ad entrare nel suo mondo per scoprire delle caratteristiche importanti”.​

Il disturbo dei giovani

E’ un disturbo che colpisce principalmente i giovani tra i 14 e i 30 anni e soprattutto maschi. Tuttavia il fenomeno è in espansione anche tra gli over 40. L’auto isolamento può durare alcuni mesi e in alcuni casi degli anni. Spesso questi soggetti rifiutano anche il contatto con i propri genitori. “Abbiamo scelto di affrontare e approfondire questa problematica perché, come mutua sanitaria, siamo vicini alle esigenze di tutti e in particolare di chi sta affrontando un momento di difficoltà. L’Hikikomori è un fenomeno sociale molto attuale che coinvolge soprattutto i giovani, così importanti e centrali per la Mutua sanitaria Cesare Pozzo”. Ha detto Carlotta Federica Lissi, coordinatrice del Coordinamento Donne della Mutua sanitaria Cesare Pozzo.

Le cause

Le cause di questo disagio possono essere diverse e si va da aspetti caratteriali a quelli famigliari. Possono essere anche motivazioni legate alla scuola o legate alla società e alla pressione e conseguente demotivazione, che riesce ad infliggere su soggetti più deboli. Inoltre la dipendenza da internet, che aiuta all’isolamento non solo nell’uso ludico, ma anche per lavoro, shopping e acquisti vari.

Milano
cielo sereno
24.8 ° C
27.2 °
21.7 °
76 %
0.5kmh
0 %
Ven
31 °
Sab
32 °
Dom
31 °
Lun
31 °
Mar
22 °

Potrebbe interessarti: