I nuovi equilibri della Serie A

0
55
I nuovi equilibri della Serie A
Booking.com

In pochi si sarebbero aspettati un cambio così importante a meno di tre mesi dalla fine del campionato. Eppure la Roma ha deciso di fare a meno dei servigi del tecnico Eusebio Di Francesco, dopo la decisiva eliminazione dalla Champions League per mano del Porto avvenuta la scorsa settimana. Oltre al tecnico abruzzese, la dirigenza capitolina ha deciso anche di fare a meno di Monchi, il direttore sportivo spagnolo arrivato nell’estate del 2016 per aiutare la società giallorossa a effettuare un salto di qualità che tutti speravano fosse possibile. Tuttavia, le cose non sono andate come ci si aspettava, il che ha scatenato le ire del presidente James Pallotta, il quale seppur non sia sempre a Roma, ha molto a cuore le vicende della sua squadra. Con il quarto posto valevole la prossima Champions League nel mirino ma sempre più lontano, l’unica ragion d’essere della Roma in questa stagione è senza dubbio quella di arrivare al quarto posto, dove in questo momento c’è un’Inter che nonostante la grana Icardi non sembra voler mollare.

Con la Juventus già padrona di un campionato del quale è stata la gran favorita alla vittoria fin dall’inizio, secondo le migliori scommesse online disponibili, in Italia si sta giocando un altro campionato nel quale il Napoli è secondo a ben 18 punti dai torinesi e tutte le altre stanno lottando per non mancare alla prossima Champions, una competizione che oltre a dare molto prestigio è foriera di molto denaro, necessario per migliorare le prestazioni future di ogni squadra che vuole mantenersi nell’elite nazionale ed europea. Dopo la sconfitta nel derby contro la Lazio, la Roma cerca la riscossa con l’arrivo di Ranieri, un tifoso giallorosso che proverà a traghettare la squadra del suo cuore al miglior risultato possibile fino a fine stagione. Eppure, il derby incrociato tra giallorossi e biancocelesti non è l’unico di questa parte finale di Serie A. Inter e Milan si giocheranno il terzo e quarto posto, che non cambia nulla all’atto pratico dato che in ogni caso si accederà alla Champions, ma va al di là di qualsiasi risultato perché è una sfida stracittadina che è sempre rilevante e stimolante. I rossoneri in questo momento sono lanciatissimi e hanno soltanto sei punti in meno di un Napoli che stenta e va molto a tratti. Inoltre, il nuovo acquisto Piątek è in formissima e si candida seriamente al titolo di capocannoniere del campionato, sfidando addirittura un mostro sacro come Cristiano Ronaldo. Per quanto riguarda l’Inter, che ha vinto soffrendo contro la Spal, il problema con l’ex capitano Icardi potrebbe creare squilibri nella squadra di Spalletti, anche se per ora i giocatori si sono dimostrati compatti.

Dietro di loro si è formato un gruppo enorme composto dalle già citate Lazio e Roma oltre che dalle sorprendenti Atalanta e Torino, che in questo momento hanno 44 punti e potrebbero inserirsi nella lotta per un posto in Europa League. Insomma, anche se lo Scudetto è già assegnato, tutto lascia presagire che i nuovi equilibri della Serie A daranno un tono spettacolare al finale di campionato.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.