Il governo studia la tassa sul prelievo di contante

0
111

2% per prelievi sopra 1500 euro

L’esecutivo starebbe studiando una tassa sul bancomat, in particolare una tassa pensata per colpire il prelievo di contanti al bancomat. 

Sarebbe forse una delle iniziative meno popolari in assoluto fra quelle fatte finora da un esecutivo, ma secondo gli esperti sarebbe già allo studio. L’ipotesi è di un balzello del 2% su tutti i prelievi in contante che vanno oltre i 1500 euro al mese. Una prima mossa per cercare di colpire il contante, secondo la Lega, che si oppone in modo netto alla misura. Misura che, bisogna notare, ha già provocato una mezza rivolta sui social e che non sembra piacere alla maggioranza degli italiani. 

loading...

Ira lega ed ex ministro economia 

L’obbiettivo della misura, secondo il governo, è quella di cercare di eliminare l’evasione fiscale. Come? facendo pagare i prelievi in contanti e spingendo quindi all’uso del pagamento tracciabile. Non si tratta di una semplice ipotesi, un dossier sulla misura è sul tavolo di Roberto Gualteri, il neo ministro dell’economia. Non è da escludere che la tassa sul contante sia introdotta già nella legge Finanziaria. La proposta viene direttamente da Confindustria e prevede una tassa del 2% sul prelievo di più di 1500 euro al mese, e un bonus del 2% per chi paga con carta di credito o bancomat. La misura riguarderebbe il 25% circa delle persone che attualmente usano conti correnti. 

Gran parte dell’evasione avviene senza che ci sia passaggio di contanti, ma manipolando i bilanci delle imprese” commenta negativamente l’ex ministro delle Finanze, Vincenzo Visco. Il Codacons ha bollato la questione come uno ‘scherzo di cattivo gusto’ che si tradurrebbe in una stangata sulle famiglie e potrebbe far contrarre i consumi. “Follia pura” secondo la Lega. “Dopo la patrimoniale e la tassa sulle merendine ora arriva pure la tassa sui prelievi al bancomat: un regalo più grande alle banche” commenta Giorgia Meloni. 

Commenti

commenti

loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.