Il modello francese: diritto alla riparazione contro l’obsolescenza programmata degli elettrodomestici

Che cosa sono l’obsolescenza programmata e il diritto alla riparazione? In un mondo governato dalle leggi di mercato, anche la vita di ogni individuo è condizionata in modo profondo, anche se non percettibile a tutti. Questo risulta evidente sapendo che in Francia si tiene in estrema considerazione la vita dei prodotti elettronici e degli elettrodomestici, al punto da poter decidere autonomamente se e quando sostituirli. Potrebbe sembrare assurdo, o scontato, ma non è così da quando questa decisione hanno iniziato a prenderla le case di produzione, anziché i consumatori.

Che cosa è il diritto alla riparazione? Ecco le opinioni dei cittadini europei

Sono sempre più numerose le ricerche scientifiche che dimostrano che gli elettrodomestici e i prodotti di informatica, o di telefonia, hanno una durata media inferiore rispetto agli anni passati. Bisogna sapere che più del 10% di questi prodotti, che generalmente sono costosi, viene sostituito da un modello nuovo dopo meno di cinque anni. Ciò non è dovuto tanto alle manie legate alla moda, quanto più al fatto che gli apparecchi elettrici ed elettronici, ad un certo punto, si rompono o smettono di funzionare, gettando il proprietario che vorrebbe ripararli in un limbo. Se da un lato i pezzi di ricambio sono introvabili, dall’altro può risultare difficile reperire un tecnico ripara elettrodomestici specializzato. Per non parlare del solito ritornello, secondo cui i costi per aggiustare il guasto sono superiori a un prodotto analogo, ma nuovo.

Sostituire anzichè riparare

D’altro canto, risulta difficile immaginare che, a fronte di un presunto progresso tecnologico continuo, non si riesca ad ovviare a problemi che suonano, di per sé, piuttosto semplici. Da alcuni sondaggi fatti in Europa, emerge che il 77% dei consumatori preferisce riparare anziché sostituire, mentre il 79% degli intervistati chiede che i produttori vengano obbligati a rendere la riparazione degli elettrodomestici più semplice. Questo dovrebbe passare innanzitutto dalla reperibilità dei pezzi di ricambio.

Il modello francese contro gli sprechi e il potere delle lobby

In Europa non esiste una legge vera e propria, che tuteli il diritto alla riparazione. Ciò nonostante, in Francia è presente una legge per il risparmio energetico, che prevede sanzioni da 300mila euro e fino a due anni di carcere, per chi accorcia in modo intenzionale la vita dei prodotti elettrici o elettronici. Inoltre, i produttori sono obbligati a mettere in commercio gli apparecchi solamente nel caso in cui siano accompagnati da un’etichetta specifica. Su di essa va indicato qual è l’indice di riparabilità dell’oggetto. Con le indicazioni che riporta l’etichetta si ha fin da subito, nonché in modo chiaro, un’idea sulla facilità di riparare o far riparare il prodotto, piuttosto che sostituirlo.

Il prezzo degli elettrodomestici, in Francia, è influenzato dai diversi fattori che ne stabiliscono l’indice di riparabilità. In poche parole, più un oggetto è facile da riparare, più è caro. I criteri prendono in esame innanzitutto la documentazione, che deve essere completa di garanzia e riportare un elenco di negozi in cui si può richiedere assistenza. Viene valutata anche l’accessibilità allo smontaggio e ai pezzi di ricambio, che devono essere sempre garantiti e accessibili a prezzi non esosi.

Leggi anche Dieta post colecistectomia

Leggi anche

reduslim si trova in farmacia prezzo-Dove trovare prodotti per dimagrirereduslim recensioni negativepagine luci rossesuifan originalrimedi eiaculazione precocerimedi eiaculazione precoce hotswingers

Milano
poche nuvole
29.7 ° C
31.2 °
26.3 °
44 %
0.5kmh
20 %
Gio
27 °
Ven
31 °
Sab
32 °
Dom
31 °
Lun
32 °

Potrebbe interessarti: