Internet: il pericolo delle mezze verità

Milioni di persone cercano quotidianamente informazioni sul web. Motori di ricerca, blog e social media sono diventati delle fonti alternative di notizie. Questa produzione eccessiva ha alimentato, al contempo, la formazione e la diffusione di numerose fake news. La disinformazione influenza moltissime persone rendendo sempre più precario il confine tra realtà e finzione. I contenuti ingannevoli e fuorvianti rappresentano un vero problema perché propongono una visione degli eventi distorta. La rappresentazione dissimulata della realtà viene alimentata per diversi scopi. La stragrande maggioranza delle fake news che circolano online riguardano la politica o eventi dell’attualità, ma non mancano dei riferimenti al settore dell’alimentazione. In rete si possono scovare anche numerosi articoli artificiosi sul cibo. La pubblicità ingannevole è un altro fenomeno ambiguo che persuade numerosi consumatori che non possiedono un’adeguata conoscenza dei temi trattati nei testi pubblicati in rete. Non esistono campi immuni dalla propagazione della disinformazione e in questo articolo scopriremo come riconoscere le notizie più faziose.

Consigli e suggerimenti per non farsi sedurre dai contenuti fuorvianti del web

Negli ultimi anni la produzione di informazioni è cresciuta esponenzialmente con la rivoluzione digitale. Molti contenuti diffusi sul web sono commerciali e perseguono degli obiettivi economici. Questi articoli non sono sempre limpidi e cristallini perché promuovono un prodotto o un determinato servizio. La pubblicità ingannevole si manifesta in modi differenti ed è presente online sotto forma di messaggi difficilmente riconoscibili. Banner poco chiari e spesso invasivi rappresentano il modello più diffuso su internet per veicolare contenuti non trasparenti. Questi annunci non propongono informazioni veritiere, non offrono approfondimenti e, soprattutto, non indicano in maniera esplicita prezzi o condizioni. Qualsiasi annuncio promozionale che induce il consumatore ad un errore di valutazione viene definita pubblicità ingannevole. In questo contesto molte realtà imprenditoriali hanno smarrito la stima dei propri consumatori. Per riconquistare la fiducia degli utenti le imprese hanno attivato dei canali comunicativi speciali per dipanare tutti i dubbi dei fruitori. La diffusione dello shopping online ha alimentato ulteriormente il fenomeno con la proliferazione di annunci che propongono sconti, prezzi troppo vantaggiosi e condizioni poco chiare. Molti siti offrono promozioni e sconti poco attendibili che puntualmente deludono le aspettative degli utenti. I social network, invece, veicolano spesso dei messaggi promozionali camuffati che diventano virali e contribuiscono al successo di un determinato brand. Tutti questi stimoli confondo i consumatori che, in attesa di una regolamentazione legale del fenomeno, devono apprendere nuovi sistemi per riconoscere e smascherare tutte le pubblicità ingannevoli che circolano sul web.

Fake news: come acquistare alimenti e prodotti senza preoccupazioni

La disinformazione coinvolge e compromette diversi settori. L’alimentazione è un ambito caratterizzato da una cospicua circolazione di contenuti promozionali. Questi contenuti celano spesso delle informazioni ingannevoli che stimolano dei comportamenti imprudenti e sconsigliabili. Gli annunci assolvono un obiettivo economico e, spesso, prendono di mira degli atteggiamenti inconsci. I consumatori non devono equiparare questi articoli a delle fonti informative perché non hanno nessuna autorità scientifica. I supermercati e gli ecommerce distribuiscono numerosi prodotti di comprovata affidabilità che soddisfano tutte le necessità degli acquirenti. La diffusione della pubblicità ingannevole non deve immobilizzare il mercato perché internet offre anche numerosi strumenti per conoscere tutta la verità sul cibo. Per non confondersi si devono cercare solo i contenuti redatti da persone competenti che riportano tutte le fonti impiegate per la redazione del testo.

Milano
nubi sparse
24.1 ° C
25.1 °
20.4 °
38 %
1.8kmh
59 %
Lun
23 °
Mar
29 °
Mer
29 °
Gio
27 °
Ven
30 °

Potrebbe interessarti: