La figlia di Craxi: ‘L’Italia sta rivalutando mio padre’

0
43

Le parole della figlia

Dopo l’uscita del film Hammameth, che racconta la caduta di Bettino Craxi, il leader socialista italiano perseguitato da Mani Pulite e che ha finito i suoi giorni in Nordafrica, la figlia del politico dice la sua. 

Stefania Craxi ha confidato al giornale l’Ansa le sue idee sull’ultimo film di Amelio. “Gianni Amelio, che è un grande regista, ha scelto gli stilemi della tragedia classica, io ci avrei messo più politica. Ma Favino, dopo qualche difficoltà all’inizio, entra proprio nell’anima di Craxi” spiega. 

loading...

“Mio padre era leale” 

“’Una sola cosa vorrei impedire’, diceva mio padre, ‘che la storia venga scritta male‘. Secondo me la storia e anche la cronaca stanno cominciando a dargli ragione. La storia dirà che ha lavorato tutta la vita con passione e lealtà al servizio del suo Paese. Ultimamente non mi sento più sola. L’aria è molto cambiata, credo che la stragrande maggioranza degli italiani sia disponibile a ridare a Craxi i suoi meriti – assicura -. Vale molto di più per le persone semplici che per un certo establishment. Mi riconosco di aver fatto di tutto perché questa grande tragedia repubblicana non venisse rimossa”.

E sul paragone con Renzi, partendo con il discorso sulla giustizia fatto al Senato, dice: “Si è arrampicato sulle spalle di due giganti, Craxi e Moro, per difendersi, ma è rimasto un mediocre politico come tutti nella Seconda Repubblica. Il meraviglioso discorso di verità di mio padre alla Camera fu letto come una chiamata di correità, ma non è affatto questo. Parla del futuro, dell’Europa, chiede a quella classe dirigente di dare una fine politica alla Prima Repubblica”. 

Commenti

commenti

loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.