La manovra fiscale costa 234 euro a famiglia

0
48
Booking.com

I costi della manovra fiscale

Ben 234 euro in più a famiglia, fra tasse più o meno nascoste e balzelli qui e lì: tanto costa la nuova manovra fiscale ad ogni singola famiglia italiana. Una bella stangata che i giornali non nascondono ed anzi, sottolineano, che dimostra la contraddizione di una manovra economica che ha presentato una gran massa di tasse impopolari. 

Stangata sugli italiani 

Ad allarmare la popolazione è il CODACONS che spiega bene quale sarà l’impatto delle nuove tasse sugli italiani. “Sommando tutte le nuove tasse e i balzelli inseriti dalla Manovra e passati al setaccio dal Servizio Studi del Parlamento, le casse statali potranno contare nel 2020 su entrate aggiuntive pari a 6,1 miliardi di euro” dice. 

“La voce di spesa che avrà un impatto maggiore è la “plastic tax”, che vale 1,1 miliardi di euro, mentre più contenuto il gettito che dovrebbe garantire la “sugar tax”, pari a 233 milioni di euro. Costeranno di più tabacchi e cartine, con le accise che verranno ritoccate per quasi 119 milioni di euro, e anche la fortuna verrà tassata, con un balzello ad hoc che vale 296,1 milioni di euro nel 2020. 51 milioni di euro sarà invece il guadagno dello Stato grazie alla stretta fiscale sui buoni pasto cartacei” spiega il CODACONS.

Il balzello sui consumatori è specialmente la plastic tax,  che verrà ovviamente scaricata dai produttori sui cittadini. Senza parlare della tassazione sulle auto aziendali che coinvolge circa 2 mln di lavoratori. “Di fatto si tassa un bene che è già tassato e lo si fa intervenendo sulla busta paga dei dipendenti e sugli oneri contributivi dei datori di lavoro” commenta Confindustria. 

Al di là di alcune importanti misure di sostegno alle imprese (per esempio Industria 4.0; incentivi ristrutturazioni ed efficienza energetica; credito d’imposta Sud) e della disattivazione delle clausole di salvaguardia, manca una visione di politica economica coerente con gli obiettivi auspicati dal mondo produttivo” commenta Confindustria. 

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.