Licenziamenti in Italia, in atto la nuova proroga. Ecco di cosa si tratta

Prorogato il blocco. Il blocco dei licenziamenti, in Italia, è in vigore da un anno. Secondo più di un esperto, un’ ulteriore proroga generalizzata si pone in contrasto con la Costituzione e con la normativa europea. Nei giorni scorsi, le imprese hanno sollecitato apertamente il governo a eliminare il blocco, o ad attenuarlo per consentire le necessarie ristrutturazioni del personale e nuove assunzioni. In direzione opposta premono i sindacati che, da settimane, premono per una conferma integrale del divieto di licenziare.

Cosa accadrà

Il blocco dei licenziamenti economici andrà avanti fino al 30 giugno per tutti. Fino al 30 giugno infatti, dovrebbero restare fuori quelli motivati dalla cessazione definitiva dell’attività dell’impresa. In questa ipotesi, i lavoratori escono dall’azienda e beneficiano della Naspi. Sono possibili i licenziamenti intimati in caso di fallimento, quando non sia previsto l’esercizio provvisorio dell’impresa, ovvero ne sia disposta la cessazione. Nel caso in cui l’esercizio provvisorio sia disposto per uno specifico ramo dell’azienda, sono esclusi dal divieto i licenziamenti riguardanti i settori non compresi nello stesso.

Milano
cielo sereno
17.9 ° C
18 °
17.8 °
27 %
4.6kmh
0 %
Ven
18 °
Sab
17 °
Dom
21 °
Lun
19 °
Mar
15 °

Potrebbe interessarti: