Lussazione della rotula: quando non si opera, cosa fare?

0
44
Lussazione della rotula nel cane
Booking.com

Foto di copertina by Paolo Torchio

Di lussazione della rotula nel cane abbiamo parlato nello scorso articolo. Condizione per lo più a predisposizione congenita, predilige la terapia chirurgica come soluzione.

Non sempre però questo trattamento è applicabile.

Cosa fare allora in questi casi? Vediamo quali possono essere le differenti soluzioni.

 

Lussazione della rotula: terapia conservativa

Come abbiamo visto nel precedente articolo, la lussazione della rotula può presentarsi in diverse stadi di gravità.
Ti consiglio di leggere l’articolo se te lo sei perso, per riuscire a comprendere meglio le dinamiche della patologia e, di conseguenza anche le soluzioni.

La terapia chirurgica consiste nell’intervenire sull’articolazione del ginocchio e/o dell’anca, a seconda del tipo di malformazione.

Nonostante, quella chirurgica, sia la terapia d’elezione, questa non riesce comunque a bloccare i processi degenerativi che si instaurano a livello delle cartilagini articolari che, sottoposte dalla nascita a sollecitazioni non corrette, subiscono danni irreversibili.

Inoltre non sempre è possibile o consigliato intervenire.

lussazione della rotula schema

Vediamo quali sono le circostanze che non sono predisponenti ad un buon esito dell’intervento:

  • soggetti troppo anziani per sopportare un intervento chirurgico
  • soggetti obesi o con patologie cardiovascolari o metaboliche in cui l’anestesia potrebbe creare danno
  • soggetti molto debilitati
  • soggetti molto piccoli di dimensione, le cui ossa e cartilagini, davvero molto fragili potrebbero fratturarsi per errore chirurgico (sempre possibile, l’errore umano ci può stare sempre)
  • soggetti la cui gravità della malformazione non è tale da essere invalidante, quindi non manifesta e che non svolgono attività sportiva (di solito il 1° e 2° grado).

C’è poi un altro aspetto piuttosto importante da valutare e cioè le possibili complicanze dell’intervento.

Complicanze della chirurgia in caso di lussazione della rotula nel cane

Uno studio ha messo in evidenza la alta percentuale di recidive in caso di intervento chirurgico soprattutto se questo è fatto contemporaneamente sui due arti (intervento bilaterale).

Su 47 articolazioni operate (in 36 cani), le complicazioni si presentavano sul 51.1% delle articolazioni.

Il 21% di queste erano rappresentate da recidiva della lussazione, con una percentuale del 12% in più se i cani erano stati sottoposti ad intervento bilaterale.

Il consiglio è certamente quello di intervenire in step differenti per arto, ma la necessità di fare due anestesia potrebbe essere un ulteriore problema.

Ma perché è importante intervenire anche se il cane zoppica solo ogni tanto?

Molte volte si sente dire che è normale per i cani di piccola taglia fare qualche passettino con la zampa posteriore alzata.

In realtà questo è il sintomo più evidente della lussazione.

Quando avviene, all’interno dell’articolazione si crea un trauma a livello cartilagineo.
Questo tessuto è particolare in quanto è scarsamente vascolarizzato e non ha capacità (o scarsissima) rigenerativa.
Quindi, quando subisce un colpo, degenera in quel punto e inizia ad infiammarsi.

La degenerazione si aggrava, in quanto l’infiammazione interna all’articolazione produce sostanze che ossidano l’ambiente e provocano dolore, in tempi diversi a seconda di fattori che vanno dall’entità della lussazione all’attività del cane, il suo peso corporeo e altro.

La patologia che si instaura si chiama osteoartrosi ed è particolarmente grave perché invalidante.
Con il tempo il cane avrà sempre più dolore, fino a diventare tanto forte da non consentire il normale svolgimento delle sue attività.

Il dolore poi, provoca minor desiderio di movimento con conseguente riduzione della qualità della vita e della salute dell’animale che sarà portato al sovrappeso (aggravante l’osteoartrosi), ad aumento della frequenza di patologie cardiache e cardiovascolari.

Ecco perché, non è da trascurare il problema e, in un modo o nell’altro, dovresti cercare di fare qualcosa.

Terapia conservativa per la lussazione rotulea: in cosa consiste?

Fermo restando che rimane la chirurgia quella d’elezione, quando non è possibile applicarla ci si deve organizzare con trattamenti alternativi che devono essere volti a:

  • bloccare o ridurre la degenerazione della cartilagine articolare sottoposta a carico errato
  • diminuire la possibilità di lussazione
  • aumentare il tono muscolare per aumentare la stabilità dell’articolazione
  • ridurre il dolore provocato dall’infiammazione della cartilagine

Come potrai ben immaginare tutto questo non è raggiungibile con una pillolina e via…

La terapia per queste situazioni viene definita come multimodale, cioè una serie di trattamenti che, nell’insieme, raggiungono il miglior risultato.

Ci possono, quindi, essere molte cose che potresti fare, ovviamente dopo esserti confrontato con il tuo medico ortopedico che ti abbia fatto diagnosi corretta di lussazione.

Terapia della lussazione rotulea nel cane: come ridurre il dolore

La riduzione del dolore può essere raggiunta attraverso la somministrazione di farmaci e/o integratori che riescano a diminuire la presenza di sostanze infiammatorie a livello del liquido sinoviale, cioè dentro l’articolazione.

In casi acuti dovrai per forza, somministrare farmaci antinfiammatori che però, non potranno essere dati per periodi troppo lunghi.

Esistono però degli antinfiammatori naturali molto efficaci che sono in grado di penetrare la capsula articolare (che è molto poco vascolarizzata, ecco perché si fa fatica a curarla per via sistemica, cioè con farmaci per bocca).
Queste sostanze hanno potere antiossidante molto spiccato.

Non ti darò nomi ovviamente e con il tuo medico ti confronterai per trovare gli integratori più adatti.

Molti i principi attivi efficaci nella ricostruzione della cartilagine. Sono sostanze definite condroprotettive (condro sta per cartilagine):

  • Palmitoiletanolamide
  • Glucosamina
  • Condroitina

Ma esistono anche sostanze naturali con spiccato potere antinfiammatorio e antiossidante appunto:

  • Equiseto
  • Arnica Montana
  • Artiglio del Diavolo
  • Zenzero
  • Acidi grassi essenziali (Omega 3 e 6)

Queste sostanze da sole o (meglio) in combinazione tra di loro possono certamente migliorare la sintomatologia e ridurre l’infiammazione intrarticolare.

Esistono anche formulazione ad uso topico, a base di cannabinoidi oggi molto di moda e comunque efficaci) o altre sostanze.

Se si riesce a ridurre l’infiammazione anche la degenerazione cartilaginea viene rallentata.
Ma non basta perché ci sarà sempre in agguato il nuovo trauma della lussazione a ripetere la situazione.
Bisogna quindi aggiungere anche altro.

Lussazione della rotula nel cane: l’importanza della fisioterapia

Quando un cane è in questa condizione, di solito appoggia meno l’arto o gli arti interessati, riducendo quindi il tono muscolare di tutta la parte posteriore e riducendo ulteriormente la stabilità dell’articolazione.

Questo significa anche che avrà costantemente degli atteggiamenti definiti antalgici, cioè delle posture scorrette che, però, gli permettono di non sentire dolore (o sentirne meno) e di compensare gli appoggi non adeguati che ha sulle articolazioni del tronco posteriore.

Inoltre, poggerà maggiormente su altre articolazioni che, di conseguenza subiranno un’usura maggiore e che, a lungo andare, potranno anch’esse subire danni.

Ecco perché è così importante riuscire a mantenere la muscolatura tonica, forte e allenata con esercizi correttamente studiati, seguendo un protocollo di avanzamento dello sforzo da sopportare.

Ecco, ad esempio degli esercizi che sono consigliati presso la Clinica della Dott.ssa Erica Giustetto fisioterapista DVM FP-MasterTrainer Certified Canine Rehabilitation Practitioner (CCRP) Certified Canine Fitness Trainer (CCFT).

Grazie all’intervento di un fisioterapista capace sarà possibile anche mettere in evidenza quei punti di dolore (trigger point) che saranno tipici delle posizione antalgiche. Contratture che possono portare a dolore anche in altre parti del corpo.

Un centro fisioterapico sarà poi in grado di consigliarti anche altre soluzioni integrative come il Laser terapeutico, gli ultrasuoni e altro.

Anche un professionista osteopatico può aiutarti molto in questa condizione.

La Dott.ssa Barbara Gaetarelli, esperto osteopata consiglia dei trattamenti che possano, in più sedute, riallineare le articolazioni in modo da sciogliere i punti di tensione.

Come ridurre la possibilità di lussazione della rotula?

I trattamenti che ti ho descritto possono certamente migliorare la situazione, ma spesso sono lenti e difficili da gestire.

 

La Tutina Dr.Petstar, può essere un ulteriore ausilio da utilizzare insieme a tutto questo, oppure come soluzione integrativa a una o più delle soluzioni proposte.

Ti ricordi? Te ne ho parlato a proposito di un supporto articolare per cani di piccola taglia, in cui ti spiego di cosa si tratta.

Nel video, la collega spiega il funzionamento di questa tutina (per gli amici appunto)…

Utile per cani fino ai 7-8 kg, questo supporto è in grado di riallineare le anche e le articolazioni del ginocchio in modo che prendano la corretta posizione.

In questo modo il cane riassume una postura che permette alla rotula di non lussare più, sostiene il tronco e ridona al cane la giusta posizione.

Per vederlo in azione ti consiglio di guardare dal vivo come funziona sui cani, attraverso il canale Youtube di DrPetstar.

I benefici sono davvero molti e tutti grazie all’unica funzione di riallineamento articolare. Grazie a questo il cane potrà:

  • ricominciare ad usare l’articolazione offesa.
  • Il tono muscolare ricomincerà a crescere,
  • il movimento articolare riduce il dolore (è una conseguenza diretta, l’immobilità è fattore perpetuante il dolore)
  • la ripresa dell’attività consente il dimagramento in caso di sovrappeso o obesità, fattore aggravante la patologia articolare
  • migliora nettamente la qualità della vita del cane.

Certo non può essere una soluzione definitiva come non lo è il trattamento conservativo, l’alterazione anatomica rimane, ma almeno il cane riesce a tornare a vivere una vita più serena.

 

Quali sono i limiti del tutore articolare Dr Petstar?

Il limite maggiore è la taglia: purtroppo non si può utilizzare in casi di peso superiore ai 7-8 kg.

Come adattare il cane alla tutina Dr Petstar in caso di lussazione rotulea

Eh già… ci vuole un periodo di adattamento. Ed è fondamentale non arrendersi al primo apparente peggioramento della situazione.

Come abbiamo visto precedentemente, soprattutto in situazione croniche che si perpetuano da molto tempo, il cane assume atteggiamenti errati e posizione che gli consentono di sentire meno dolore ma che provocano delle contratture.

Nel momento in cui viene messa la tutina, la struttura articolare si riposiziona in asse corretta, disorientando il cane che, a quel punto avrà forte ritrosia a muoversi, almeno nei primi giorni.

Ecco allora alcuni consigli.

  • Mettere la tutina per 15-30 minuti al giorno per i primissimi giorni,
  • farla indossare prima di mangiare in modo da stimolare il cane a muoversi almeno per raggiungere il cibo,
  • distrarlo e stimolarlo a muoversi con qualche gioco o premio a lui molto gradito,
  • aumentare gradatamente il tempo di utilizzo, fino ad adattamento completo.

Infine, ricordati di non lasciare il cane con la tutina addosso da solo, in modo che non se la morda (anche se di solito non accade).

I risultati che si ottengono, di solito sono visibili già dopo 15-25 giorni dall’uso e si evidenziano in un aumento della capacità motoria dell’animale che ricomincerà a muoversi e ad avere la voglia di farti le feste come un tempo.

Per maggiori informazioni su questo dispositivo, ti consiglio di consultare il sito di Dr. Petstar.

Bene, per oggi è tutto. Ti invito a seguirmi sul mio profilo Fb… ti spiego tante cose utili sulla salute del tuo miglior amico a 4 zampe!!

 

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.