Lussazione della rotula nel cane: tutto ciò che devi sapere

1
686
Lussazione della rotula nel cane
Booking.com

 

La lussazione della rotula è una patologia molto frequente soprattutto nei cani di piccola taglia e toy.
Causata prevalentemente da malformazione congenita è associata a zoppia e, se trascurata, provoca dolore tanto invalidante da non consentire più il movimento normale.

Oggi scopriamo di cosa si tratta, come si manifesta e come curarla.

Lussazione della rotula nel cane

La rotula è un piccolo osso rotondeggiante che è posta all’interno dell’articolazione del ginocchio adeso a un grosso tendine che unisce due ossa: il femore e la tibia.

La sua funzione è quella di consentire il corretto movimento dell’arto posteriore, l’estensione del ginocchio.
In particolare, la rotula fa da puleggia permettendo all’arto di estendersi grazie alla contrazione dei muscoli della coscia (il quadricipite femorale).
Questo muscolo si contrae e sposta verso l’alto la rotula che, a sua volta, trascina con se la parte inferiore dell’arto, attraverso il legamento che la collega alla tibia.

Aspetta, prima di andare avanti a leggere fai questa prova: piega il ginocchio e poi fai un movimento come se dovessi calciare qualcosa. Così facendo, senti che ti si tende il muscolo della coscia? Ecco è quello che consente al tuo ginocchio di estendersi.

Ti faccio anche uno schema.

lussazione della rotula schema

Quando la rotula si sposta dalla sua sede, quindi si lussa verso l’interno o verso l’esterno (lussazione mediale o laterale della rotula)  il muscolo della coscia non ha più la sua funzione corretta.

Invece di trascinare la parte inferiore della gamba ed estenderla, la contrarrà, perché il ruolo di puleggia della rotula viene a mancare. (Si hai letto bene, anche il cane ha le gambe, si chiamano correttamente così, non zampe 😉) Altro schemino che è più semplice.

lussazione della rotula schema frontale

Come vedi, guardando il ginocchio di fronte, se la rotula si sposta da quel canale centrale, all’interno del quale deve scorrere, quando si sposta e il muscolo si contrae, non può più sollevare la parte inferiore della gamba e il cane zoppica.

Ancora una volta, immagina la contrazione del muscolo della tua coscia: se il muscolo non può trasmettere la forza al centro del ginocchio, ma di lato la tua articolazione potrà solo chiudersi e non estendersi come dovrebbe.

Cause di lussazione rotulea nel cane

La causa più frequente è quella congenita.
In Italia il problema è quasi universale. Parlando con i colleghi scopri che più della metà dei cani di piccola taglia che vengono portati in visita (anche per altri motivi) hanno una mobilità del ginocchio anomala.

Solo una piccolissima percentuale di soggetti, hanno una lussazione traumatica della rotula.

La distinzione è molto importante.

Un cane con lussazione rotulea acquisita (quindi non congenita, ma traumatica) manifesterà dolore acuto, con zoppia costante e impossibilità di utilizzo dell’arto.

La lussazione congenita, per lo più è una forma cronica, con zoppia intermittente, che si manifesta solo saltuariamente (a seconda della gravità della malformazione).

Nella forma ereditaria quindi si ha una non corretta conformazione di quel solco entro cui la rotula deve scorrere, che potrebbe essere troppo poco profondo, oppure addirittura convesso.

Ma la causa più importante è il non corretto allineamento sulla verticale delle due ossa: femore e tibia.

Quando avviene, la rotula non può scorrere nel solco nel modo corretto anche durante la crescita.
Darà, quindi una errata informazione al solco che si sta formando, non creandolo nel modo giusto.

L’errata angolazione delle due ossa, il non corretto allineamento, proviene molto spesso dall’articolazione subito sopra quella del ginocchio: l’articolazione dell’anca.

E qui le cose si complicano…

Si, perché l’anomalia congenita che si è compreso essere alla base di questa patologia, non è solo della conformazione del ginocchio, ma dell’angolazione con cui il femore si inserisce nell’anca.

Il femore si inserisce nell’anca attraverso una protuberanza (la testa del femore) che esce dall’osso stesso con una angolazione che deve consentire a tutto l’arto sottostante di restare sulla verticale corretta.

Quando questa angolazione è sbagliata (e ciò avviene fin dalla nascita) le forze che insistono sull’articolazione dell’anca non sono omogenee e quindi agiscono in modo anomalo anche livello dell’articolazione del ginocchio.

Ok è complicato ma ti faccio vedere un disegno che potrebbe farti comprendere meglio l’influenza della cinetica esistente tra le due articolazioni.

articolazione del ginocchio e anca lussazione rotulea

Il concetto è sempre lo stesso: se la rotula cresce e si muove in modo corretto nel solco, questo, al temine dell’accrescimento (intorno all’ 8° mese circa) sarà correttamente conformato.
Se la rotula viene influenzata da forze non omogenee non darà le giuste informazioni.

Ovviamente poi ci saranno anche conformazioni errate a livello del ginocchio stesso.

Quali cani sono più soggetti a lussazione della rotula?

Partiamo con il dire che la percentuale di cani affetti è altissima, si parla di oltre il 70% di cani malati, soprattutto nei paesi dove i toy sono così diffusi (Giappone).

Statistiche aggiornate in Italia non ne abbiamo ma rimane una percentuale altissima anche da noi.

Le razze maggiormente predisposte sono:

  • BARBONI TUTTI
  • LHASA APSO
  • SHIT TZU
  • TIBETAN SPANIEL
  • TIBETAN TERRIER
  • CHIHUAHUA
  • RUSSIAN TOY
  • CAVALIER KING CHARLES SPANIEL
  • PAPILLON
  • PHALENE
  • KROMFORLANDER
  • CARLINO
  • BOULEDOGUE FRANCESE
  • BOSTON TERRIER
  • BOLOGNESE
  • MALTESE
  • PICCOLO LEVRIERO ITALIANO
  • VOLPINO ITALIANO
  • YORKSHIRE TERRIER

In generale, tutti i cani di piccola taglia e toy sono maggiormente predisposti e ciò che rende ancora più probabile l’insorgenza della malattia è l’ambiente in cui crescono.

Fattori predisponenti la lussazione rotulea nel cane

Nascere da cani non dichiarati esenti, attraverso una corretta indagine ortopedica e certificazione conseguente, fornita dalla FSA, associazione che si occupa di certificazioni di esenzione da malattie trasmissibili in modo congenito, non è il solo modo per essere più o meno soggetti a malattia.

Anche l’accrescimento in ambienti non idonei può, quantomeno aggravare una condizione non perfetta.

  • pavimentazioni scivolose (come il normale pavimento di casa)
  • salire su scalini e fare salti troppo alti in età non corretta
  • salire e scendere da divani e letto

sono tutte situazioni che possono provocare un aggravio della malattia.

Sintomi della rotula spostata nel cane di piccola taglia (jack russel, Maltesi, Yorkshire, Pincher eccetera)

Il segno clinico più frequente durante l’accrescimento ma anche da adulto è la mancata estensione del ginocchio durante il movimento.

Ogni tanto il cane non appoggia la zampa per poi riprendere a camminare normalmente.

Difficilmente mostra dolore, soprattutto da giovane.

Questo è un problema perché, durante l’accrescimento il continuo lussarsi della rotula provoca dei microtraumi a livello delle cartilagini dell’articolazione del ginocchio che si consumano anzitempo, diventando poi fonte di dolore cronico con l’avanzare dell’età.

Cani di due o tre anni possono ritrovarsi con dolore anche molto invalidante proprio causato da questa erosione (degenerazione) della cartilagine la quale non si potrà più ricostituire da sola, perché non è un tessuto che si riforma.

Lussazione della rotula nel cane: cosa fare?

La prima cosa da fare quando si nota che il cane ha un atteggiamento come quello descritto è non sottovalutarlo e portarlo immediatamente a far valutare dal proprio medico.

In caso ti venga detto che è normale camminare così perché è tipico della razza, sappi che non è vero!

Cioè, il fatto che la maggior parte dei cani abbia questa malformazione indica la scarsa qualità con cui vengono selezionati i soggetti posti in riproduzione dagli allevatori.
Non che essere zoppi e potenzialmente portatori di dolore cronico sia una condanna normale… si deve intervenire per rallentare questo processo.

Il tuo veterinario, con una semplice visita sarà in grado di valutare il grado, il livello della malformazione dando una prima valutazione senza la necessità di effettuare alcun esame strumentale.

Solo attraverso la manovra del ginocchio sarà possibile infatti valutare:

Lussazione di grado 1°: in cui la rotula si sposta solo con manovra manuale

Lussazione di grado 2°: in cui la rotula si lussa senza pressione manuale, solo manipolando l’arto e torna in posizione manualmente

Lussazione di grado 3°: la rotula è sempre lussata, ma si può riposizionare manualmente

Lussazione di grado 4°: la rotula è sempre lussata e non si può riposizionare.

Questa è la classificazione che utilizza la FSA, per decidere se un cane è esente da lussazione o è affetto definendo il grado della malattia.

Ecco perché è sempre importante acquistare cani con Pedigree Enci i cui genitori siano testati come esenti per la lussazione della rotula.

Al fine di intervenire dal punto di vista terapeutico, potrebbe essere utile effettuare anche altre valutazioni come una lastra che però è da effettuare in sedazione.

Per questo motivo si tende a farla solo in sede operatoria, per valutare anche il tipo di intervento chirurgico.

Terapia per la lussazione della rotula nel cane: quando operare?

Posto che è la chirurgia l’unico trattamento efficace, è anche vero che non sempre è fattibile e proponibile.

Molto dipende dal grado di lussazione, dalla condizione fisica del soggetto e dalla possibile tolleranza dello stesso all’anestesia, la collaborazione del proprietario a seguire rigidamente il protocollo post operatorio che dovrà essere affidato anche a terapie collaterali, quali la fisioterapia e idroterapia.

L’intervento è considerato obbligatorio nei gradi 3° e 4° di lussazione, in cui la normale funzione del ginocchio viene a mancare totalmente.

Gli interventi sono diversi (e non te li sto a descrivere, sarebbe troppo complicato) ma servono a ricostruire la corretta anatomia o funzionalità della parte, attraverso pratiche differenti a seconda della situazione.
Sono davvero molte le variabili che possono essere prese in considerazione anche in combinazione tra di loro.

Il tuo chirurgo ortopedico saprà certamente cosa fare.

Lussazione rotulea, tempi di recupero dopo l’intervento

Il periodo post operatorio è, come ti dicevo parte integrante nel processo di guarigione del tuo cane ed è fondamentale.

Nelle le 6 settimane successive il cane dovrà essere sollecitato a fare movimenti controllati, ma obbligato a muoversi (cioè l’immobilità è controproducente).

Il movimento dovrà/potrà essere fatto anche con fisioterapista che possa effettuare sedute di idroterapia (underwater treadmill la pedana che scorre dentro all’acqua)e con esercizi mirati al rinforzo muscolare del tronco posteriore.

Un supporto fondamentale in questa fase viene da tutori che possano stimolare il movimento riducendo il dolore e consentendo alle articolazioni di rimanere nella giusta angolazione.

Attenzione a non utilizzare tutori rigidi, assolutamente controproducenti in questa situazione.

Di solito i cani tornano alla loro attività normale dopo 3 mesi dall’intervento.

Nel prossimo articolo spiegheremo quale sia la terapia conservativa in caso di lussazione della rotula, cioè come sarà possibile (e necessario) comportarsi qualora il cane non sia operabile.

Seguimi sui miei canali Facebook e Linkedin ma se preferisci i video, sono anche su Youtube….! Alla prossima.

Commenti

commenti

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.