Nuova Zelanda, attentato in un supermercato: sei persone accoltellate

In Nuova Zelanda, per la precisione a Auckland, sei persone sono rimaste vittime di un accoltellamento in un supermercato. A dare la notizia è stata la premier Jacinda Ardern. L’attentatore ha accoltellato sei persone ed è stato successivamente ucciso dalla polizia. Come riportato da diversi quotidiani italiani, tra cui Repubblica, tre delle vittime si trovano ricoverate in gravi condizioni.

La premier neozelandese ha parlato dell’attentatore come di un uomo già noto alla pubblica sicurezza. Arrivato nel Paese nel 2011, attorno al 2016 avrebbe iniziato ad avvicinarsi alle dottrine dell’Isis, motivo per cui era sotto stretta sorveglianza.

Come specificato sempre dalla premier, per legge non poteva essere incarcerato. La Ardern ha fatto presente che sono stati utilizzati tutti i mezzi legali e di sorveglianza possibile per proteggere la società dal soggetto in questione.

L’attentatore, ucciso dalla polizia in circa un minuto, ha scatenato il panico. Come riportato da diversi quotidiani, le persone presenti presso il supermercato hanno riferito di gente che scappava ovunque e di un poliziotto sotto copertura che, dopo aver invitato i clienti nel punto vendita a rimanere indietro, ha cominciato a sparare diversi colpi di pistola contro il terrorista.

Milano
cielo sereno
19.4 ° C
20.9 °
16.6 °
62 %
1.5kmh
0 %
Ven
18 °
Sab
18 °
Dom
17 °
Lun
16 °
Mar
16 °

Potrebbe interessarti: