Perché conservare le staminali cordonali?

0
45

Cosa sono le cellule staminali del cordone ombelicale? Quali sono i vantaggi che si hanno nel conservarle? E cosa si intende per donazione pubblica e conservazione privata?

Ogni coppia in attesa di un bambino deve avere la possibilità di ottenere tutte le informazioni e gli strumenti adatti per poter prendere una decisione consapevole in merito alla conservazione delle cellule staminali del cordone del proprio figlio.

Una coppia può scegliere se donare il sangue del cordone ombelicale, contenente le cellule staminali, a biobanche pubbliche presenti nel territorio italiano oppure può conservarlo privatamente.

Con la donazione pubblica la famiglia perde la proprietà sul campione e mette le cellule a disposizione di chiunque ne necessiti a scopi terapeutici. Mentre, con la conservazione privata, il campione viene conservato in biobanche all’estero e potrà essere usato solo dal piccolo donatore o da membri della famiglia, se compatibili.  Infatti, qualora si rendesse necessario utilizzare il sangue del cordone ombelicale per trattare una certa patologia, sarà necessario trovare un donatore compatibile. Le famiglie che scelgono la conservazione privata sanno che potranno utilizzare il campione conservato, che sarà compatibile al 100% con il donatore, fino al 50% con i genitori e compatibile al 25% circa con i fratelli. Altrimenti, sarà necessario rivolgersi a biobanche pubbliche nella ricerca di un donatore compatibile, che però può essere difficile: secondo alcuni studi le probabilità di trovare un donatore compatibile sono 1 su 50.000/100.000.2

Le cellule staminali del cordone ombelicale sono un importante strumento terapeutico e, ad oggi, vengono impiegate nel trattamento di oltre ottanta diverse patologie secondo le istruzioni del Ministero della Salute, ma in futuro l’impegno di tali cellule potrebbe aumentare.1 Le staminali cordonali hanno questo grande potere terapeutico perché “immature” dal punto di vista immunologico rispetto alle cellule staminali raccolte da altri tessuti nel corpo umano. La loro immaturità rende i trapianti meno soggetti a rigetto.3

Dunque, data l’importanza di queste cellule, a tutte le coppie devono essere fornite informazioni corrette e imparziali sull’importanza di conservare il sangue del cordone ombelicale così che questo prezioso strumento terapeutico non venga sprecato.

Per maggiori informazioni sulla conservazione delle staminali cordonali: www.sorgente.com 

Fonti:

  1. Decreto legislativo 18 novembre 2009
  2. Sun, A.N., et al., [Clinical study on haploid HLA-matched hematopoietic stem cell transplantation for treatment of malignant hematological disease]. Ai Zheng, 2006. 25(8): p. 1019-22.
  3. Francese, R. and P. Fiorina, Immunological and regenerative properties of cord blood stem cells. Clin Immunol, 2010. 136(3): p. 309-22.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here