Perché gli italiani hanno paura di acquistare vestiti online

0
47
Perché gli italiani hanno paura di acquistare vestiti online

Sabato mattina: sveglia presto, ricca colazione, doccia, vestiti comodi ma carini e via. Fuori di casa, per le vie del centro in cerca di qualcosa di preciso o per farsi un regalo senza motivo. Passeggiata comoda, caffè e magari un secondo cornetto a metà mattina. Godersi il sole, che sia estate o inverno. Passeggiare lentamente per le strade. Toccare tutto, annusare tutto, guardare attentamente. A volte offrirsi un bel pranzo seduti a un tavolino all’aperto. Tornare a casa con tanti sacchetti lucidi. Sistemare tutto nell’armadio rigorosamente dopo aver tolto i cartellini. Magari riprovare per confermare come stiamo con il nuovo tubino.

Per gli italiani lo shopping è una vera e propria esperienza che coinvolge i cinque sensi. Il design ci riempie gli occhi, apprezziamo i bei tessuti e le buone fatture, ci piace sentire il profumo degli abiti nuovi, e intervalliamo tutto con almeno un caffè. Difficile coniugare questa immagine con quella di una scrivania, un pc e una carta di credito, e questa è una delle ragioni principali per cui siamo ancora ritrosi quando si tratta di acquistare vestiti sull’homepage di un negozio online.

loading...

Una, ma non l’unica. Un’altra è la sicurezza: siamo ancora molto restii ad affidare alla rete i dati della nostra carta di credito, sebbene le aziende si prodighino molto nell’adottare e mostrare tutti i presidi di sicurezza che hanno adottato.

Un’altra ragione è che tendiamo a non fidarci dei corrieri: ci piace avere subito la disponibilità di ciò che acquistiamo, e non dover attendere dai 2 ai 7 giorni lavorativi, e siamo particolarmente colpiti dalle storie di pacchi dispersi che circolano in rete. Fortunatamente, sotto questi punto di vista, ci sono portali che segnalano anche l’affidabilità degli ecommerce, come laTop10.it. C’è poi un problema di carattere prettamente materiale: le foto nelle homepage dei siti che vendono abbigliamento non riescono non solo a farci vivere una vera e propria esperienza di shopping, ma anche a darci un’idea esaustiva di quello che ci arriverà a casa. Non per niente uno dei meme più famosi in Italia è quello “quando compri online vs quando ti arriva a casa” che mostra due prodotti simili, ma qualitativamente ed esteticamente molto diversi tra loro.

Perché gli italiani hanno paura di acquistare vestiti online

Infine, il rapporto umano: noi italiani ci identifichiamo con ciò che indossiamo molto più degli abitanti di altre nazioni. Facciamo dei nostri abiti un’affermazione della nostra personalità, ma anche uno strumento sapiente per nascondere i difetti e valorizzare i punti forti. Una scelta sbagliata è quasi una questione d’onore, per questo abbiamo bisogno di qualcuno che ci assista in camerino, ci consigli e ci rassicuri.

E le aziende? Corrono ai ripari integrando negozi fisici e digitali. Migliorando l’esperienza di spedizione, investendo sul reso gratuito anche se erode i loro guadagni. Offrendo la possibilità di fare cambi e resi direttamente in negozio. Ma anche installando postazioni digitali nei negozi fisici per controllare la disponibilità di un capo direttamente via app. E ancora, sostituendo il rapporto umano e la sensazione tattile con le recensioni e l’interazione social. In poche parole, anziché limitarsi a vendere online, trasportano sul web l’esperienza d’acquisto, cercando di fornirci tutto ciò di cui sentivamo la mancanza.

Funziona? Decisamente si. Le stime dimostrano l’efficacia specie delle interazioni social, delle recensioni su siti specializzati e dei resi gratuiti. Aspetti che ci consentono di fare acquisti più ragionati, chiedere a chi ha già acquistato un determinato capo, e restituirlo senza problemi nel caso in cui non dovesse andar bene. Ottimi risultati ha dato anche la diffusione delle app, che ci permette di sentirci come se stessimo guardando le vetrine, scorrendo le immagini dal nostro smartphone o dal tablet. Insomma, negozi fisici restano i preferiti dagli italiani, che però non disdegnano più completamente gli ecommerce.

Commenti

commenti

loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.