Piante esotiche da giardino: quali sono, come curarle

I Paradisi tropicali sono da sempre pieni di fascino e di magia. Ammettiamolo, chi di noi non ha mai sognato di svegliarsi la mattina tra fiori profumati e giardini tropicali, davanti ad un mare bellissimo?

Seppur in piccolo è possibile ricreare dei piccoli Paradisi tropicali anche a casa nostra. Ci sono infatti delle piante tropicali da esterno che, nonostante il clima differente, riescono a nascere anche in Italia. Vediamo quali sono le piante esotiche migliori per ornare il nostro giardino e per renderlo semplicemente meraviglioso.

Come ricreare un giardino tropicale a casa

Non è possibile fare ovunque un giardino tropicale. Il miglior modo per far nascere le piante tropicali da giardino è quello di farle crescere in un luogo in cui il clima sia umido e caldo allo stesso tempo. Fondamentale e anche la tipologia di terreno su cui le piante verranno piantate, questo deve essere un terreno estremamente fertile e particolarmente spugnoso in modo da poter assorbire l’acqua con una certa facilità.

Una volta visti gli aspetti di tipo tecnico vediamo quelli di tipo artificiale, ovvero, il mobilio perfetto per ricreare un’atmosfera chimicamente tropicale. Optate chiaramente per quelli che sono materiali ecosostenibili, a partire dal legno. Sbizzarritevi con l’uso delle pietre per creare decorazioni ad hoc e magari mettete un’ amaca per abbellire e riposarvi, e delle sdraio che siano in perfetta linea con i Paradisi tropicali, il tutto adornato da fonti di ombra ricreati con teli o ombrelloni colorati. Completate il tutto con delle piccole fontane a getti d’acqua, essenziali per ricreare un’ atmosfera tropicale, non dimenticate la sera di accendere anche delle piccole candele che potrete posizionare sulla via che porta al giardino.

Le piante migliori

Chiaramente ciò che farà davvero la differenza per il vostro giardino tropicale, seppur l’ambientazione è importantissimo, saranno le piante presenti al suo interno.

Purtroppo non tutte sono idonee e non tutte nasceranno con il nostro clima, ma ce ne sono alcune che, oltre ad essere davvero belle, cresceranno senza problemi anche con temperature lievemente il più freddi.

La prima tipologia di pianta esotica che vi proponiamo è il bambù. È perfetta per creare la recinzione del giardino e ce ne sono di tantissimi tipi alcune delle quali davvero resistenti. Una di quelle più forti è il pleio vastus viridistriatus, resistente al sole, al vento e anche a temperature particolarmente basse.

La seconda pianta tropicale che vi proponiamo è la sterlizia. Una pianta coloratissima che può essere coltivata sia a terra che all’interno di un vaso. I suoi fiori sono davvero magnifici e particolari i loro pistilli hanno la forma di un becco di uccello e sono piante che necessitano di tantissima acqua.

La terza pianta se non può mancare in un vero giardino tropicale è la pianta del banano. Le sue foglie sono grandi e verdissime e, pur non essendo semplicissimo da coltivare, vale Comunque la pena provarci perché l’effetto Tropici è assicurato.

Come coltivare le piante tropicali in giardino

Vi abbiamo già detto che il terreno deve essere particolarmente assorbente e che il clima deve essere mite. La temperatura ideale va dai 10 ai 27 gradi in modo da far sì che le piante crescano bene. Le piante tropicali hanno bisogno anche di tanta luce, Ma questo non vuol dire che debbano essere esposte direttamente verso il sole, Anzi, è necessario che vengano piantate in una zona ricca di luce ma protetta dal sole.

Milano
foschia
8.1 ° C
9 °
7.3 °
97 %
2.7kmh
75 %
Lun
8 °
Mar
9 °
Mer
8 °
Gio
6 °
Ven
5 °

Potrebbe interessarti: