fbpx

Più di 100 boss della ‘ndrangheta prendevano il reddito di cittadinanza

Boss e affiliati della ‘ndrangheta percepivano il reddito di cittadinanza. Lo ha scoperto la Guardia di finanza con l’operazione “Mala Civitas” che ha individuato 101 ‘ndranghetisti organici alle maggiori cosche della provincia, con ruoli gerarchici diversificati al loro interno che avrebbero indebitamente richiesto ed ottenuto l’assegno dall’Inps.

Sono stati denunciati insieme ad altre 15 persone. Tra loro, esponenti anche di spicco delle più note famiglie di ‘ndrangheta operanti nella piana di Gioia Tauro o delle potenti ‘ndrine reggine dei Tegano e dei Serraino.

Altri invece, sono capibastone delle maggiori cosche della Locride, tra le quali la ‘ndrina Commisso-Rumbo-Figliomeni di Siderno, la cosca Cordì di Locri, la ‘ndrina Manno-Maiolo di Caulonia e la ‘ndrina D’agostino di Canolo.

Commenti

commenti

Leggi le news di Giornale Notizie su Google News

Potrebbe interessarti:

Offerte Amazon

Commenti

commenti