Quanto costa affittare un camper? Prezzo per il noleggio e come fare

Costi per affittare un camper

I costi dell’affitto di un camper possono cambiare in base a diversi criteri. Il primo è il tipo di camper che si vuole noleggiare e per quanti giorni ci servirà affittarlo. Un altro criterio fondamentale è la stagionalità in cui vogliamo muoverci in camper.

Le stagionalità sono così suddivise:

  • Alta stagione: luglio e agosto
  • Media stagione: aprile, maggio e giugno
  • Bassa stagione: da settembre a marzo

A volte i prezzi del camper in affitto possono essere molto diversi e questo dipende spesso dall’età del camper. insomma per poter arrivare a una stima di quello che andremo a spendere per il nostro viaggio in camper dobbiamo tenere presenti tutti questi criteri che possono modificare, e non di poco, la cifra finale.

Costi aggiuntivi

Oltre al costo del camper potrebbero esserci dei costi extra, anche in questo caso alcune dipendono da quelle che sono le nostre scelte (come ad esempio quelle che riguardano ciò che vorremo mangiare durante il viaggio). Altre invece non dipendono strettamente da noi, come quelle che riguardano carburante e costo degli eventuali pedaggi.

Pernottamento: In camper ci si può fermare in diversi posti, ma quelli principali sono i campeggi e le aree di sosta. Di solito i primi sono più costosi dei secondi e questo succede perché offrono molti più servizi. Non dimenticare che ci sono alcune aree o paesi dove è possibile fermarsi in qualsiasi posto, quindi in questi casi sarà completamente gratuito.

Costi del carburante: Se viaggi in camper allora devi anche considerare i costi per il carburante. Puoi fare una previsione di quanti chilometri, e quindi quanto carburante consumerai durante il tuo viaggio. Devi tuttavia considerare che a fine viaggio il risultato potrebbe essere più alto o più basso rispetto alla tua previsione iniziale.

Pedaggio autostradale: Viaggiando in camper hai grosse probabilità di imbatterti nei pedaggi autostradali, in Italia così come in altri paesi. Alcuni di questi non hanno neanche dei pedaggi standard, ma dei ponti o tunnel dove devi pagare per poter passare. È possibile programmare il percorso in anticipo, così da poter pagare il minimo indispensabile. Spesso i percorsi più belli sono quelli che costano di più, per questo può essere utile informarsi in anticipo. Ricordati anche che queste informazioni possono essere diverse da paese a paese. In alcuni paesi si può pagare in contanti o con il bancomat, in altri si può utilizzare un pass che addebiterà il costo direttamente sul conto corrente, così non dovrai fare la fila.

Attività: Quando si parte in camper, il semplice viaggiare diventa già un’attività entusiasmante, ma allo stesso tempo avrai voglia di fare qualcosa di ancora più speciale. Se si tratta di attività organizzate di solito queste sono a pagamento, ma se hai voglia semplicemente di esplorare la natura, allora questo tipo di attività ti costerà quasi zero.

Mangiare/bere: Il lato positivo del viaggiare in camper è che potrai portarti una buona scorta di cose da mangiare e se hai voglia di prodotti freschi, puoi fare un giro nei mercati locali. Quindi alla fine su questo tema riesci a risparmiare il più possibile.

Milano
cielo sereno
12.5 ° C
13.9 °
10.6 °
43 %
2.1kmh
0 %
Lun
12 °
Mar
15 °
Mer
15 °
Gio
15 °
Ven
15 °

Potrebbe interessarti: