Quanto costa e dove effettuare il massaggio linfodrenante

Tra le tecniche più amate per contrastare cellulite, gonfiore, ritenzione idrica e edemi c’è il massaggio linfodrenante: ecco i costi e dove effettuarlo. Generalmente, è possibile acquistare un massaggio singolo oppure scegliere di procedere con l’acquisto di una serie di trattamenti, come il Pacchetto sedute massaggio linfodrenante a Milano. In tal modo si va a risparmiare notevolmente garantendo una continuità nel trattamento, indispensabile per vedere i risultati nel breve e nel lungo periodo.

Quanto costa un massaggio linfodrenante?

Il massaggio linfodrenante è un alleato imprescindibile per contrastare edemi, accumuli di liquidi, ritenzione idrica, inestetismi cutanei e cellulite, ma anche in situazioni post interventi chirurgici. Chi pensa che sia utile solamente per le gambe sbaglia di grosso. Sono molte, infatti, le zone del corpo che potrebbero aver bisogno di simili manipolazioni. Una delle caratteristiche peculiari di questa tecnica, è che non vengono usati né olii né creme. Le manipolazioni non sono profonde e non è necessario scivolare sulla pelle. Il tocco dell’operatore è leggero, armonioso e dolce, senza essere per questo inefficace. Anzi, visto che si vanno a trattare zone delicate, i movimenti devono essere lenti e ben calibrati.

Una sessione dura, mediamente, dai 30 minuti sino a un’ora. I costi variano di centro in centro e in base alla zona da trattare. Per il corpo, generalmente, si sta sui 70 euro per un’ora, mentre per il viso, il prezzo parte dai 25 euro.

Dove effettuare il massaggio linfodrenante?

Il massaggio linfodrenante, vista la sua importanza nel contrastare sia problematiche estetiche che mediche, necessita di essere svolto da personale altamente qualificato e autorizzato. Tale pratica può essere necessaria sotto prescrizione medica per problematiche di salute o per inestetismi estetici. Per quanto riguarda l’uso puramente medico, è consigliabile rivolgersi alla figura di un fisioterapista certificato. Tra i benefici del linfodrenaggio ci sono infatti l’alleviamento del dolore, l’accelerazione del recupero fisico, l’aiuto al mantenimento nel tempo dei risultati ottenuti dopo un intervento chirurgico. In questi casi, il professionista scelto dovrebbe essere specializzato in questo campo per evitare di apportare danni al fisico del paziente. Può essere utile anche dopo mastoplastica, rinoplastica, blefaroplastica e addominoplastica, in quanto rende più veloci i processi di guarigione. Se si vuole, invece, procedere con il trattamento per fini estetici è possibile rivolgersi tranquillamente a massaggiatori professionisti, fisioterapisti, ma anche e soprattutto ai centri estetici. Nessuno come la propria estetista di fiducia conosce infatti quali sono le zone del proprio corpo che necessitano di essere manipolate per migliorare la circolazione o eliminare accumuli e inestetismi. Sì, perché non sono solo le gambe a essere gonfie, ma, ad esempio, si possono trovare edemi anche sul viso. Gli arti inferiori restano comunque quelli più soggetti a inestetismi come cellulite e buccia d’arancia, che possono essere concretamente contrastate con questa tecnica.

Per un trattamento personalizzato, è sempre bene fare una seduta preliminare, in cui l’operatore, in base alle richieste e alle esigenze del paziente, comprende quante sedute sono necessarie e la loro frequenza.

Milano
temporale con pioggerella
20.5 ° C
21.3 °
18.6 °
83 %
3.6kmh
75 %
Sab
21 °
Dom
21 °
Lun
21 °
Mar
21 °
Mer
21 °

Potrebbe interessarti: