Quanto costa un impianto fotovoltaico? Prezzi, incentivi, 6 kw

Con la crisi energetica che si è determinata a seguito della guerra in Ucraina, gli utenti stanno correndo ai ripari con soluzioni alternative. Una di queste è il ricorso ad un impianto fotovoltaico a costo zero per l’ ambiente. Infatti, con l’ utilizzo di impianti fotovoltaici, si spera che le bollette energetiche possano essere di gran lunga inferiori a quelle prospettate in questi mesi. Il ricorso al fotovoltaico sta diventando ormai una prassi consolidata proprio per i prezzi proibitivi sul mercato per quanto riguarda l’ utilizzo del gas metano. L’ energia fotovoltaica, da anni in circolazione ma poco presa in considerazione, almeno sino ad ora, negli ultimi mesi sta registrando un balzo in avanti in termini di acquisto, con sempre più persone che hanno abbracciato l’ economicità di una tale scelta.

Costo pannelli fotovoltaici, è davvero così economico?

L’ impiego del fotovoltaico si sta rivelando sempre più un ‘esigenza, con le case produttrici che non riescono a soddisfare la domanda da parte del mercato. Quasi tutti si sono accorti del risparmio che ne deriva, con i numerosi incentivi che vengono proposti in continuazione riguardo l’ installazione e l’ utilizzo. Molte famiglie , ma soprattutto molti condomini, sono venuti a conoscenza dei numerosi bonus statali che il governo sta mettendo in atto per combattere l’ aumento indiscriminato dei prezzi nell’uso del gas. Bonus ed incentivi che stanno trovando il pieno gradimento della popolazione, che vede finalmente una via d’ uscita per alleviare il costo della vita sulle famiglie. I condomini, mediante i rispettivi amministratori, sono quelli che ne fanno più richiesta con la speranza di poter usufruire di questi benefit prima che si esauriscano.

Installazione pannelli solari: gli incentivi e i bonus promossi dallo stato

Questi vantaggi, messi a disposizione dello stato, riguardano determinate condizioni da rispettare. Infatti, possono accedere i condomini e gli edifici familiari con più di 3 unità abitative. In questo caso i proprietari potranno anche usufruire di una sorta di superbonus di detrazione delle spese del 110%, a condizione che l’ impianto in questione venga installato con i cosiddetti “interventi trainanti”, ossia cappotto termico o una pompa di calore di riferimento. Ma, è bene ricordarlo, vi sono anche questioni burocratiche molto complesse, per cui accedere al superbonus per una detrazione totale delle imposte è davvero piuttosto difficile.

Le altre agevolazioni promosse dal governo centrale

Molto più facile, per i condomini interessati, è lo sfruttamento degli incentivi tradizionali con i quali si può risparmiare il 50% dei costi, che vengono assorbiti in toto dallo stato. Infatti, in questi casi, c’ è molto meno burocrazia e le condizioni a cui accedervi sono davvero molto convenienti e facili da perseguire. Proprio per eliminare questo aspetto burocratico così controverso e di difficile applicazione, molti proprietari voglio aggiudicarsi il bonus del reintegro del 50% della spesa e non affrontare tutti i costi onerosi. Si parla di prezzi che si aggirano intorno ai 10000 euro per quanto riguarda un fotovoltaico da 6 KW. Inoltre, con l’ aggiunta di una pompa di calore, vanno ad aggiungersi alti 7000 euro rispetto alla cifra iniziale. Dunque sarà interesse dell’ installatore proporre agli utenti le soluzioni che più si addicono alle singole situazioni e trovare le condizioni migliori con le quali procedere alla messa in funzione del prodotto.

Milano
foschia
8.1 ° C
9 °
7.3 °
97 %
2.7kmh
75 %
Lun
8 °
Mar
9 °
Mer
8 °
Gio
6 °
Ven
5 °

Potrebbe interessarti: