fbpx

Sessualità, sempre più ragazzi guardano i porno

Da una recente indagine dell’Osservatorio giovani e sessualità condotta su un campione di 15 mila ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 24 anni è emerso che 6 su 10 guardano abitualmente video o immagini pornografiche. Tra i giovanissimi spopolano i video hard e la percentuale maschile è del 86%. I tempi sono cambiati e i giovani sono passati dalle maliziose sbirciatine su riviste ai video osé. Altro dato rilevante è il 41 % usa i motori di ricerca mentre il 37% sa già come trovare i siti hot.

Ci vogliono solo pochi clic su un dispositivo mobile perché un bambino curioso trovi una quantità infinita di materiale pornografico deviante, esplicito e che causa dipendenza – e tutto gratis. Purtroppo, molti bambini vengono esposti alla pornografia senza il minimo indizio del fatto che possa danneggiare la loro mente ancora in fase di sviluppo.

Con un’abitudine così radicata al porno nella fase di formazione adolescenziale, il rischio di ritrovarsi con una visione distorta della sessualità (e spesso molto degradante della figura femminile), è concreto.
In conclusione, da questa indagine risulta chiaro il bisogno di una corretta regolamentazione da parte dei colossi del mondo digitale e dei new media (Facebook, Google, Yahoo, Linkedin, Microsoft) nello stabilire il rapporto tra libertà, sicurezza, business e tutela dei minori.

Milano
cielo sereno
4.5 ° C
6.1 °
1.7 °
24 %
3.1kmh
0 %
Mar
4 °
Mer
5 °
Gio
6 °
Ven
6 °
Sab
6 °

Potrebbe interessarti:

Offerte Amazon