Targa personale portatile, che cos’è?

0
72
Booking.com

La targa personale portatile

La nuova targa personale portatile è una possibile futura legge. Il ministro delle infrastrutture, Danilo Toninelli, ha ripreso una normativa ‘abbandonata’ nel 2010 e l’ha attuata: oggi la targa personale quindi è uno strumento che potrebbe permettere al proprietario di un’auto di usarla anche per più di una vettura, nel caso in cui quella originale terminasse il suo ciclo di vita.

In poche parole, la targa personale e portatile è una targa che dura 15 anni decorsi i quali si deve richiedere il suo rinnovo. Se però in quel lasso di tempo si deve cambiare auto non si dovrà procedere alla creazione di una nuova targa ma si potrà usare quella vecchia, se il veicolo è della stessa categoria del precedente.  

Cos’è la targa personale

La targa personale consiste quindi in una targa per autoveicoli, rimorchi e motoveicoli che ‘segue’ l’auto anche in caso di cambio del veicolo. Non si tratta di una targa personalizzata con nomi e numeri: è una targa normale a tutti gli effetti, con in più la possibilità di passare da un veicolo all’altro se il primo termina la sua esistenza (ad esempio viene rottamato o venduto). 

La targa personale però segue solamente veicoli della stessa categoria, ad esempio non può passare da un’auto a una moto, o da una moto ad un’auto. Può invece passare da un’auto ad una altra auto e da una moto ad un’altra moto. 

Ovviamente la targa personale non può essere identica per due veicoli: se si possiedono due auto, si avranno due differenti auto. 

La targa personale e il nuovo acquisto 

In caso di acquisto di una nuova vettura, si attiva la cosiddetta portabilità della targa, che quindi si può usare per la nuova vettura. Il passaggio permette così di risparmiare circa 41 euro a transazione. 

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.