Tiglio: proprietà, tisana, controindicazioni

Una pianta imponente, dai fiori bellissimi e dalle innumerevoli proprietà benefiche: se parliamo di rimedi naturali per risolvere alcuni disturbi che ci affliggono nella quotidianità, il tiglio non può che occupare un posto speciale in una ideale classifica di prodotti green efficaci, se assunto correttamente.

Del resto, il tiglio (Tilia, appartenente alla famiglia delle Malvacee) vanta origini nobili e antichissime. Le popolazioni nordiche attribuiscono alla coltura un’aura sacra, essendo il tiglio simbolo di longevità e di fedeltà coniugale.

Non solo pianta divina: la malvacea è, infatti, una coltura multitasking. Della Tilia, come recita un vecchio adagio, non si butta via nulla: con fiori di tiglio, foglie di tiglio, corteccia e alburno (seconda corteccia della pianta) si possono realizzare prodotti alimentari, cosmetici, rimedi naturali e salutari, persino complementi d’arredo.

Approfondiamo, allora, proprietà e virtù del magnifico tiglio.

Approfondisci su: Grigliando

Proprietà del tiglio

La malvacea robusta è una coltura perfetta per sostenere il nostro organismo in maniera del tutto naturale. Infuso di tiglio, decotti, tinture madre, impacchi: la malvacea viene sfruttata per lenire o sconfiggere alcuni tra i più frequenti fastidi che ci attanagliano nella quotidianità.

Tiglio benefici

La malvacea:

  • Vanta proprietà sedative ed è un ottimo rimedio anti-ansia e contro l’insonnia;
  • Esercita un’azione antiossidante ed è, inoltre, un potente antinfiammatorio naturale;
  • E’ un antidolorifico adottato in caso di stati dolorosi di entità moderata;
  • E’ un diuretico naturale e, favorendo anche un’abbondante sudorazione, viene adottato anche come rimedio antipiretico;
  • Allevia i mal di stomaco di grandi e piccini.

Uso topico e cosmetico

Il tiglio è un valido alleato della nostra salute, ma anche della nostra bellezza. La malvacea può diventare un tonico rinfrescante, un cosmetico efficace per lenire borse e stanchezza oculari, un salvifico collutorio contro afte e altre infiammazioni del cavo orale, oppure un preparato per un pediluvio da sogno.

Tiglio controindicazioni

Se utilizzata senza eccessi, il tiglio risulta essere un rimedio bio ben tollerato dalla maggior parte dei soggetti.

Esistono, tuttavia, alcuni casi nel quali ridurre o eliminare l’assunzione di tiglio potrebbe rivelarsi salvifico per il soggetto.

  • Il tiglio sotto ogni forma è sconsigliato ai cardiopatici: la coltura potrebbe, infatti, complicare significativamente il quadro clinico del paziente;
  • E’ raccomandato non assumere tiglio in gravidanza e allattamento; il ricorso al rimedio bio è, inoltre, da considerarsi off-limits per i più piccoli;
  • Particolare attenzione va posta, infine, da parte di persone affette da allergia al tiglio.

Foglie, fiori e corteccia della pianta, inoltre, potrebbero interagire in maniera negativa con medicinali a base di litio e con diuretici: in quest’ultimo caso, potenziando l’effetto del farmaco, il tiglio rischierebbe di provocare una forte disidratazione nel soggetto che l’assume.

Tisana tiglio proprietà

I fiori essiccati o freschi della pianta sono alla base della preparazione di una tisana al tiglio calmante: una coccola perfetta prima di andare a letto. La bevanda, da bere calda o fredda, può essere assunta massimo tre volte al giorno; mai eccedere con le dosi, onde evitare spiacevoli reazioni avverse.

Per realizzare la tisana al tiglio:

  • Mettiamo in infusione in una tazza d’acqua bollente un cucchiaino di fiori della malvacea;
  • Attendiamo una decina di minuti prima di filtrare il liquido;
  • Dolcifichiamo a piacere con del miele e godiamoci questa gustosa coccola in tazza.

Per amplificarne le proprietà rilassanti e “soporifere”, possiamo aggiungere al tiglio altre piante che stimolano il rilassamento del corpo, come la camomilla.

 

Milano
nubi sparse
8.3 ° C
9.3 °
7.5 °
97 %
4.6kmh
75 %
Lun
8 °
Mar
9 °
Mer
8 °
Gio
6 °
Ven
5 °

Potrebbe interessarti: