Trezzano sul Naviglio: anziana accoltellata da una passante, sette colpi tra testa e collo

0
34

Per pochi centimetri non è stata incisa la giugulare. Per pura casualità, come per caso sembra sia stata scelta per l’aggressione la vittima: una donna italiana di 80 anni, residente a Trezzano Sul Naviglio. (Milano). A ferirla con circa sette coltellate è stata un’altra donna, arrestata dai carabinieri, per motivi del tutto ignoti: una concittadina 66enne. A evitare che l’assalto finisse in tragedia, ci ha pensato un agente della polizia penitenziaria di passaggio. L’uomo, un 41enne di Gaggiano (Milano), si è gettato addosso alla signora armata con un coltello da cucina, riuscendo a salvare l’anziana.

Succede in via Leonardo Da Vinci, nel pomeriggio di mercoledì. Attorno alle 15, mentre da sola passeggiava lungo la strada, l’80enne è stata colpita da dietro  da una sconosciuta. I fendenti sono stati inflitti con velocità: la vittima, poi trasportata dai medici del 118 all’ospedale San Carlo, ha riportato multiple ferite da taglio a testa, nuca, spalla sinistra e un dito della mano destra. Fortunatamente non è in pericolo di vita ed è stata giudicata guaribile in 25 giorni.

Mentre veniva soccorsa la sua povera vittima, la 66enne – ormai disarmata – si è seduta in attesa dei carabinieri, in evidente stato confusionale. Ora è piantonata dai militari al San Carlo, nel reparto di psichiatra. E’ stata dichiarata :”Delirante, priva di fondamenti logici e non in grado compredere a pieno la conseguenza dei suoi atti”. E’ accusata di lesioni aggravate.

“Ero con un’amica a pochi passi da lì, ho sentito le urla, mi sono precipitato e ho visto la signora che aveva in mano il coltello e stava per colpire ancora l’anziana. Le ho detto che ero un poliziotto e di gettare subito l’arma. Lei l’ha buttata per terra, mi sono avvicinato e ho fatto in modo che nessuno toccasse quel coltello”, ha raccontato l’agente intervenuto per primo.

L’uomo, con 22 anni di esperienza oggi in servizio al carcere di Opera, ha riferito di aver allertato subito il 112. “Nel frattempo ho chiesto alla signora il motivo del gesto. Ha risposto che si sentiva perseguitata dalla pensionata da giorni, ma era chiaro da subito che aveva qualche problema mentale”, ha concluso il 41enne.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.