Vaccini: Conte “ritardi inaccettabili”. Governo rivede il piano vaccinale, iniziative legali verso le case farmaceutiche

Il Premier Conte in una nota ha definito inaccettabili e preoccupanti i rallentamenti nella distribuzione delle dosi di vaccino ai Paesi europei.

Ai rallentamenti in consegna di Pfizer-Biontech, si aggiunge ora il comunicato di AstraZeneca, poi confermato da un incontro con i vertici dell’azienda tra il Commissario Arcuri ed il Ministro Speranza, che annuncia una riduzione del 60% delle dosi previste in consegna per il primo trimestre il che significherebbe che in Italia verrebbero consegnate 3,4 milioni di dosi anzichè 8 milioni.

Per questo, il piano vaccinale approvato ed elaborato sulla base degli impegni contrattuali, andrà modificato alla luce di quanto sopra.

Conte afferma – “Questi rallentamenti delle consegne costituiscono gravi violazioni contrattuali, che producono danni enormi all’Italia e agli altri Paesi europei, con ricadute dirette sulla vita e la salute dei cittadini e sul nostro tessuto economico-sociale già fortemente provato da un anno di pandemia”.

Come già in atto per l’americana Pfizer, il Governo annuncia iniziative legali anche contro AstraZeneca.

Milano
nubi sparse
7.9 ° C
8.3 °
7.2 °
66 %
6.7kmh
75 %
Sab
9 °
Dom
11 °
Lun
12 °
Mar
13 °
Mer
14 °

Potrebbe interessarti: